KATHRYN JOSEPH
Bones You Have Thrown Me And Blood I’ve Spilled

[ Hits the fan - 2015 ]
6.5
 
Genere: Chamber folk
 
2 Febbraio 2016
 

La Scozia della cantautrice Kathryn Joseph è una bruma oscurale, una fitta nebbia che sale e sale fino allo spirito notturno, una soda patina di melanconia che l’artista di Glasgow adopera per dipingere il suo esordio, “Bones you have throw me and blood I’ve spilled”, dieci tracce ocra che non nascondono minimamente uno stato d’animo triste, a tu per tu con una esistenzialità alla Robin Bacior.

Dieci brani di tormentato (nel senso sublime) chamber-folk, specchi rotti e anime in pena che si susseguono al ritmo del tempo, pianoforti, voci, atmosfere invernali e melodie amare sono la “panacea” per ascoltatori a cui piace riflettere e andare a scavare la propria anime tra le tasche dei ricordi, un disco intenso che farà parlare di sé.

Un songwriting personalissimo e caratteriale, in cui l’artista scozzese distilla, elenca e raffina storie su storie, una eleganza triste tenera e friabilissima che ha i suoi punti alti nelle ballate “The Want”, “The outtakes”, “The bone”, mentre con la cantilena mid-gothic The crow o nella conclusiva “The weary” il senso compiuto di avere a che fare con una cantautrice di stoffa, dalle forti tinte oscure e intime prende coscienza.

Tracklist
1. The bird
2. The blood
3. The want
4. The why, what baby?
5. The outtakes
6. The bone
7. The crow
8. The mouth
9. The good
10. The weary
 
 

Tindersticks – No Treasure ...

Una cartina geografica stilizzata adorna la copertina del dodicesimo album dei Tindersticks, il disco più ottimista e accessibile di una ...

Leonard Cohen – Thanks for ...

Quando un artista, che hai tanto amato e seguito, viene a mancare si crea un senso di partecipazione emotiva che spesso si traduce in una ...

Pumarosa – Devastation

“Please don’t be perfect anymore” incita la frontwoman Isabel Munoz-Newsome in apertura del secondo album della band ...

Greet Death – New Hell

Quest’anno Babbo Natale ha dovuto risvegliare in anticipo di oltre un mese le sue amate renne per portarci in dono il nuovo lavoro degli ...

Due – Due

Avevamo già apprezzato il disco d’esordio di Luca Lezziero, così scarno, acustico ed evocativo, alla ricerca di un linguaggio ...