APPALOOSA
BaB

[ Black Candy - 2016 ]
8.5
 
Genere: elettronica, avant, post-rock, alternative, funk
Tags:
 
8 Febbraio 2016
 

Pur avendo ricevuto numerosi plausi, di critica e di pubblico, il precedente album dei toscani Appaloosa non aveva comunque raccolto il successo che, almeno nella mia modesta opinione, avrebbe meritato: “Trance44” sembrava coronare la metamorfosi che la band livornese aveva iniziato con “The Worst of Saturday Night”, trasformando il gruppo in qualcosa di più complesso rispetto alla già micidiale macchina da ritmo dell’ottimo “Savana”, muscoloso bignami di post-rock in chiave funk.

Se, in nel mix di elettronica tenebrosa e post-rock adrenalinico che formava “Trance44”, il difetto maggiore riguardava la messa a fuoco, nel nuovo “BaB” ogni incertezza viene abbandonata. Ugualmente sperimentale, l’album infila, come ormai da tradizione, brani più corposi ed altri dal minutaggio ridotto: l’alternanza permette alla band di dosare con personalità impennate ritmiche e incursioni in un magma di influenze eterogenee, spaziando da geometrie math a scansioni hip-hop, da echi industrial a sfuriate punk, da atmosfere doom a visioni techno.

Come l’animale raffigurato in copertina dall’artista finlandese Timo Ketola, “BaB” è un disco furioso e pronto ad agguantare l’ascoltatore: eclettico, eppure talmente compatto da risultare monolitico, il settimo lavoro degli Appaloosa conferma l’unicità del progetto, non solo in terra italiana.

Tracklist
1. Supermatteron
2.Longimanus
3. Halle 9000
4. Ketama Gold
5. Mulligan
6. Beefman
7. Bab e Day
8. Creepy
9. Jungla Shuba
10. Krypton 85
11. Imboschi
 
 

Nadine Shah – Kitchen Sink

Tre anni dopo “Holiday Destination” torna Nadine Shah con un disco conturbante, diverso da quanto fatto in passato anche se non certo ...

Pottery – Welcome To ...

Ci fanno assaggiare il loro valore i Pottery che questo weekend hanno pubblicato il loro debutto full-length, in arrivo a distanza di un ...

Cristiano Godano – Mi Ero ...

Alcuni suoni, alcune immagini, alcuni volti, alcune sensazioni, prendono vita dentro di noi, in maniera spontanea, quasi a voler evidenziare ...

Edda e Marok – Noio; volevam ...

Due mostri sacri della scena alternativa italiana, Edda e Gianni Maroccolo, hanno pensato bene durante la fase della quarantena, quando ...

bdrmm – Bedroom

Facile salire adesso sul carro dei vincitori. Facile osannare questi ragazzi stanziati in zona Hull/Leeds e definirli “nuovi eroi ...