RADICAL FACE
The Family Tree: The Leaves

[ Nettwerk - 2016 ]
8
 
Genere: folk
Tags:
 
28 Marzo 2016
 

Con “The Family Tree: The leaves”, il cantautore di Jacksonville, Radical Face, chiude il cerchio di una trilogia espressiva ( la storia di una famiglia del diciannovesimo secolo alla ricerca delle proprie roots) ben accolta dagli ascolti, in questo suo folk sognante, melanconico e farcito di solitudine parla, l’artista canta della sua intimità personale e di certe “preveggenze” della famiglia raccontata, si impronta su illusioni, rammarichi, timidezze e cristalli di rinascita interiore che fanno volare l’immaginazione in uno stato placentare, meravigliosamente dolceamaro.

Straordinariamente suonato con strumenti musicali dell’800/900 scorso, il disco che si allunga su dieci brani, è una sorta di “vitalizio sonoro” di cui goderne ad occhi chiusi, letteralmente di plana in altre atmosfere, ci si stacca da terra in pochi minuti, fluttuando in luoghi metafisici.

Banjo, violini, trucioli di elettronica a ricamare arie d’archi, delicatezza e una particolarissima intenzione ad incantare l’orecchio, fanno di questo lavoro una magia insondabile dai movimenti, dinamiche e traiettorie indefinibili in uno spazio, la ballata color ocra “Rivers in the dust”, la ninnananna “Midnight”, il folk ancient alla Counting Crows “Third family portrait”, “Old gemini”, “Bad blood”, un “bottino di malizie” che è amore al primo ascolto.

Tracklist
1. Secrets (Cellar door)
2. Rivers in the dust
3. Everything costs
4. Midnight
5. The ship in the port
6. Photograph
7. Third family portrait
8. The road to nowhere
9. Old Gemini
10. Bad blood
 
 

Nadine Shah – Kitchen Sink

Tre anni dopo “Holiday Destination” torna Nadine Shah con un disco conturbante, diverso da quanto fatto in passato anche se non certo ...

Pottery – Welcome To ...

Ci fanno assaggiare il loro valore i Pottery che questo weekend hanno pubblicato il loro debutto full-length, in arrivo a distanza di un ...

Cristiano Godano – Mi Ero ...

Alcuni suoni, alcune immagini, alcuni volti, alcune sensazioni, prendono vita dentro di noi, in maniera spontanea, quasi a voler evidenziare ...

Edda e Marok – Noio; volevam ...

Due mostri sacri della scena alternativa italiana, Edda e Gianni Maroccolo, hanno pensato bene durante la fase della quarantena, quando ...

bdrmm – Bedroom

Facile salire adesso sul carro dei vincitori. Facile osannare questi ragazzi stanziati in zona Hull/Leeds e definirli “nuovi eroi ...