L’ATTIMO FUGGENTE 11 APRILE 2016

 
20 Aprile 2016
 

01. Il Nostro Singolo Della Settimana: Allysen Callery – Crabapple
02. Emily Jane White – Frozen Garden
03. Marissa Nadler – All The Colors Of The Dark
04. Emma Russack – My Own Friend
05. Entertainment For The Braindead – Upside Down
06. Eddi Front – Sing Sing
07. Sam Beam & Jesca Hoop – Every Songbird Says
08. Jake Houlsby – Carousel
09. Mike Benecke – Chasing Constellations
10. William Fitzsimmons – Charleroi
11. Roman Lakes – Days Of Summer
12. Corroboree – Breath of Dreams
13. Toui Manikhouth – The Fire And Disguise
14. David Thomas Broughton – Crippling Lack, Pt.1
15. Mutual Benefit – Lost Dreamers
16. Solander – Huckleberry Finn, Pt. 2
17. Weird. – Dream Baby Dream
18. Explosions In The Sky – The Ecstatics
19. Mogwai – Are You A Dancer?
Oldies, But Goldies: Bark Psychosis – Hex (Circa 1994)
20.Bark Psychosis – The Loom
21. Bark Psychosis – A Street Scene
22. Bark Psychosis – Eyes & Smiles
23. Il Nostro Bacio Della Buonanotte: Tortoise – Along The Banks Of The River

IL SINGOLO DELLA SETTIMANAAllysen Callery – Crabapple:

allysen callery

Allysen Callery

Come poche altre voci del folk al femminile degli ultimi anni, Allysen Callery incarna lo spirito e la passione autentica che ne stanno caratterizzando la sempre più vasta riscoperta come linguaggio espressivo popolare. Proveniente dal Rhode Island e già autrice di cinque album e un paio di Ep, Allysen coniuga con estrema naturalezza la sua quotidianità di persona comune e madre di famiglia con la vocazione artistica suscitata dalle sue fascinazioni per il più classico folk britannico e per una sottile vena psych.
L’essenzialità del suo cristallino picking acustico e le sue interpretazioni intrise di sognante misticismo sono elementi più che sufficienti per creare spunti di magia soffusa in forma di canzoni folk semplici, eppure dotate di intricate linee armoniche. Quella magia sta per trovare nuova manifestazione nel sesto album di Allysen Callery, “The Songs The Songbird Sings”, la cui uscita nuovamente autoprodotta è prevista per il prossimo mese di maggio.
Intanto se può godere una succosa anticipazione sotto forma di “Crabapple”, ballata evocativa e di grande eleganza, che ben rappresenta le sinuose astrazioni suscitate dalla sua musica, originate dalla stessa naturalezza con la quale lei, di tanto in tanto, sale sul palco indossando gli abiti di cantautrice folk e imbracciando la sua fedele chitarra acustica.

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Da oltre cinque anni, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta: Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

Oggi “Bang Bang Rock n Roll” ...

di Stefano Bartolotta La parabola degli Art Brut, e in particolare del loro debutto “Bang Bang Rock n Roll”, è il classico esempio che ...

Oggi ” Peter Gabriel III ...

Verso la fine degli anni 70 ci furono grandi artisti che seppero cavalcare e dominare con personalità  l’ondata new wave, ...

Oggi “Don’t Believe the ...

Lo ammetto candidamente, quando mi è stato proposto di omaggiare questo album degli Oasis (il loro sesto di inediti in studio) non ne ero ...

Oggi “Pod” dei Breeders ...

Sono passati trent’anni da “Pod”, disco che segnava il debutto dei Breeders, un progetto che si era prefigurato ben presto ...

Oggi “Grand Prix” dei ...

Difficile e nello stesso tempo facilissimo parlare di questo disco. L’ambivalenza nasce semplicemente dal fatto che questo ...