OGGI “UKULELE SONGS” DI EDDIE VEDDER COMPIE 5 ANNI

 
31 Maggio 2016
 

“Ukulele Songs” è il secondo album di Eddie Vedder, uscito il 31 maggio 2011 per la Monkeywrench Records, fondata dallo stesso Vedder e i restanti membri dei Pearl Jam.
L’album non è assolutamente il primo incontro con l’ukulele, per il quale il frontman aveva già dimostrato una certa dedizione nei live ma soprattutto nella dimensione solista. A partire dal 2007, però, la relazione tra Eddie e le quattro corde è diventata piuttosto stabile.

Impossibile non ripensare alle soundtrack di “Into the Wild” (nonostante il film avesse un disco interamente dedicato, coincidente col debutto solista), e il video di “Can’t Keep”, apertura di “Riot Act” dei Pearl Jam di ben nove anni prima, sembra confermarlo. L’oceano abnorme, le rocce a strapiombo, ma soprattutto Eddie in giacca e coi capelli all’aria che suona con gli occhi semichiusi per il vento sembrano costruire l’immagine della versione adulta di Alexander Supertramp.

Osannato e accoltellato dalle varie critiche, l’album non ha mai promesso picchi di adrenalina. Aspettarsi volume e casino adolescenziale da un lavoro che si presenta in maniera semplice e schietta con una statua sul fondale oceanico in copertina (si tratta di The Lost Correspondent di Jason deCaires, approfondite anche lui per una panoramica più completa) è come aspettarsi un bancomat con touch-screen in una stradina di campagna.
Con tracce originali e alcuni rifacimenti di pezzi già noti ai fan, “Ukulele songs” offre poche ritmiche incalzanti ma molti metri cubi d’aria fresca. Sono minuti che raccontano, cullano, raccontano cullando e cullano raccontando, rispecchiando alla perfezione il lato seminascosto e mai fuori luogo del cantante di Chicago, checché ne dicano i bipedi insoddisfatti dall’intimismo fatto con criterio.

Eddie Vedder – “Ukulele Songs”
Data di pubblicazione: 31 maggio 2011
Tracce: 16
Lunghezza: 34:43
Etichetta: Monkeywrench Records
Produttori: Adam Kasper, Eddie Vedder

Tracklist
1. Can’t Keep
2. Sleeping by Myself
3. Without You
4. More Than You Know
5. Goodbye
6. Broken Heart
7. Satellite
8. Longing to Belong
9. Hey Fahkah
10. You’re True
11. Light Today
12. Sleepless Nights
13. Once in a While
14. Waving Palms
15. Tonight You Belong to Me
16. Dream a Little Dream

 

Il mondo prima (dello ...

La società di analisi americana Alpha Data ha pubblicato i dati della sua ricerca inerente lo streaming audio. Nell’ultimo anno e mezzo ...

Oggi “You Could Have It So ...

Quando ci troviamo davanti a colossi del mondo musicale, in attività ormai da decenni, escono sempre pareri molto contrastanti sui loro ...

Oggi “Absolutely” dei ...

Il grande successo del loro esordio “One Step Beyond”, che abbiamo già celebrato (leggi qui), aveva attirato l’attenzione ...

Oggi “Washing Machine” ...

Se credete che non sia possibile rimanere per sempre giovani senza morire prematuramente non avete mai ascoltato i Sonic Youth. Il corpo ...

Any Given Friday – Ogni ...

È di nuovo venerdì e seguendo la traiettoria del volo di un moscone – dal ronzio più emozionante di tante cose sentite ultimamente ...