THE CLAYPOOL LENNON DELIRIUM
Monolith Of Phobos

[ Prawn Song Records & Chimera Music - 2016 ]
7.5
 
Genere: Psichedelic rock
 
13 Giugno 2016
 

Sean Lennon (il rampollo di John e Yoko Ono) e il bassista dei Primus Les Claypool si sono guardati negli occhi, si sono sentiti suonare a turno, si sono piaciuti ed è scoccata la scintilla della creatività psichedelica, dopodiché imbastire questo buon esordio, “The monolith of phobos”, sotto il moniker The Claypool Lennon Delirium, è stato un gioco da ragazzi, unendo due caratterialità estetiche di musica e sperimentazione di tale fatta che cosa ne doveva venire fuori se non un piccolo capolavoro “alieno” sotto tutti i punti di vista?

Undici brani “spappolati” che fondono appunto psichedelica, invenzioni, esperimenti e larsen a profusione, cantautorato e rock schizoide in un connubio più che stravagante, dove i due artisti spaziano anarchicamente da un timbro all’altro come jolly saltimbanchi genuini, senza impostazione o calcolo.

Due stili che magicamente interagiscono e si completano a vicenda, arrivando anche a ricamare una certa traiettoria progressive che raggiunge il suo scopo primario, ovvero quello di “confondere” l’ascoltatore in un parallelo vorticoso di sensazioni astrusamente pregevoli. Tra i tanti l’epilessia 70,s ritmica di “Mr.Wright”, il basso pazzoide di Claypool “Breath of Salesman”, lo spacey rock dagli odori mediterranei “Captain Lariat” e la ballad field che ricorda molto il Lennon padre “Bubble burst”, poi il resto trasporta “oltre”.

Tracklist
1. The monolith phobos
2. Cricket and the genie (Movement I, The delirum)
3. Cricket and the genie (Movement II, Oratorio di cricket)
4. Mr. Wright
5. Boomerang baby
6. Breath of a Salesman
7. Captain Lariat
8. Ohmerica
9. Oxycontin girl
10. Bubble burst
11. There’s no underwear in space
 
 

Tindersticks – No Treasure ...

Una cartina geografica stilizzata adorna la copertina del dodicesimo album dei Tindersticks, il disco più ottimista e accessibile di una ...

Leonard Cohen – Thanks for ...

Quando un artista, che hai tanto amato e seguito, viene a mancare si crea un senso di partecipazione emotiva che spesso si traduce in una ...

Pumarosa – Devastation

“Please don’t be perfect anymore” incita la frontwoman Isabel Munoz-Newsome in apertura del secondo album della band ...

Greet Death – New Hell

Quest’anno Babbo Natale ha dovuto risvegliare in anticipo di oltre un mese le sue amate renne per portarci in dono il nuovo lavoro degli ...

Due – Due

Avevamo già apprezzato il disco d’esordio di Luca Lezziero, così scarno, acustico ed evocativo, alla ricerca di un linguaggio ...