JAMBINAI
A Hermitage

[ Bella Union - 2016 ]
7
 
Genere: Fusion-sperimentale, crossover
 
3 agosto 2016
 

Per la serie “famolo strano” ecco che avanza il caos organizzato di A Hermitage, secondo disco dei Jambinai, trio corrazzato sud coreano che vive la sua arte sonora in un crossover di stili, stimoli, rumor e noise, strumenti della atavica tradizione orientale fusi con le ansie e la destrutturazione contemporanea, e tutto nella normalità espressiva di chi improvvisa, gioca, fantastica con la tecnologia programmata.

Chitarra, basso e batteria a confronto con haegum, geomungo, piri, Oriente e Occidente orecchio a orecchio, una guerra alla pari che rende l’ascolto un crocevia di flash e deliri semantici, una esplosione di colori immaginari e bailamme post-rock, una tremenda rivoluzione sensoriale che nel giro di otto tracce riempie lo stomaco, bombarda la testa e dilata la conoscenza di una spiritualità vista e sentita dalla parte dell’incubo amico.

La formazione di Seul, Lee Il-woo chitarra, piri, Kim Bomi haegum, voce e Shin Eunyong glockenspiel, geomungo,voce riescono nell’intento di “rivoluzionare” certi stereotipi consunti del noise, e questa ottima mistura di ieri/oggi potrebbe creare un eccezionale precedente, una nuova via verso lidi sperimentali di lusso, e allora brani come il marasma cosmique di “Echo of creation”, il mantra ipnotico e cadenzato “Abyss” o i ritmi frenetici sussultori di “Naburak” sono da prendere come anfitrioni di una nuova realtà che “bussa forte” alle porte del Terzo Millennio. Si, dall’Oriente con furore come non mai!

Tracklist
1. Wardrobe
2. Echo of creation
3. For everything that you lost
4. Abyss
5. Deus benedicat tibi
6. The mountain
7. Naburak
8. They keep silence
 
 

Any Other – Two, Geography

Terminata qualche anno fa l’esperienza nel duo Lovecats, Adele Nigro ha aperto nuove vie e si è concentrata su questo nuovo progetto, gli ...

We Were Promised Jetpacks – ...

Registrato tra il Minor Street di Philadelhia e il Long Pond nella Hudson Valley, New York, questo quarto album dei We Were Promised ...

Alien Boy – Sleeping Lessons

Se Alien Boy fosse un lungometraggio sicuramente Sonia Weber sarebbe la protagonista principale. Il film sarebbe ambientato nella città di ...

Basement Revolver – Heavy ...

Heavy Eyes è l’album di debutto della band canadese dei Basement Revolver, formata da Chrisy Hurn (voce e chitarra), Nimal ...

Paul Simon – In The Blue ...

Paul Simon fa senza dubbio parte della storia della musica, e non necessita di presentazioni poiché, chiunque si sia minimamente ...