L’ATTIMO FUGGENTE 5 SETTEMBRE 2016

 
8 Settembre 2016
 

01. Il Nostro Singolo della Settimana: David Allred – Hymns
02. The Tallest Man On Earth – Rivers
03. Joe Sampson – My Love
04. Will Stratton – Son
05. Tom Brosseau – You Can’t Stop
06. Chris Staples – Park Bench
07. Lucas Laufen – Goodbye
08. Lost Bear – Boomerang Bolsjevic
09. skul.kid – Car Crash, September 2015
10. Butcher Boy – November 1951, Bad Things Happen When It’s Quiet (strings version)
11. Sharon Van Etten – Not Myself
12. Itasca – Carousel
13. Weyes Blood – Seven Words
14. Charm Of Finches – Truly Beauty
15. Southern Moon – I’m On The Road Again
16. Courtney Mary Andrews – How Quick Your Heart Mends
17. Andrea Schroeder – Void
18. Lizard Kisses – Loosen
19. Littlebow – Some May Transition
20. øjeRum – Glasfugl
21. Porya Hatami & Arovane – Iaan
22. Jóhann Jóhannsson – Flight From The City
23. Il Nostro Bacio della Buonanotte: Max Richter – Written On The Sky

IL SINGOLO DELLA SETTIMANADavid Allred – Hymns:

david allred

David Allred

Un inizio con velleità da trombettista jazz, un presente all’insegna di un delicato understatement cantautorale: è il percorso di David Allred, parallelo a quello che dalla natia California lo ha condotto alla “capitale indie-folk” Portland.
Nel volgere di pochi anni è profondamente mutato l’orizzonte musicale di David Allred, artista poco più che ventenne la cui trasformazione è cominciata da una semplice coincidenza, visto le canzoni che Allred scriveva già copiosamente, distribuendole in maniera gratuita tramite la propria pagina Bandcamp come fa ancora oggi, sono giunte all’orecchio di Peter Broderick, che le ha tanto apprezzate da contattarlo per una collaborazione con Allred ormai divenuta stabile e reciproca.

Chi apprezza il profilo più cantautorale di Broderick non avrà difficoltà a rispecchiarsi nelle canzoni di Allred, che pure, lungi dal replicare semplicemente un codice espressivo di dimessa introspezione, grazie alle sue doti di polistrumentista applica ai suoi brani un certosino lavoro di sottrazione o aggiunta. È proprio quel che avviene in “Hymns”, splendida cover di un brano del cantautore americano Kele Goodwin, compresa nel 10″ “Woods”, che vedrà la luce alla fine di settembre, seconda pubblicazione ufficiale di Allred dopo l’album “Midstory” (2015).

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Giunto alla sua settima stagione, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

 

L’omicidio di Floyd George. ...

Ut sementem feceris, ita metes. Le conseguenze delle nostre scelte e delle nostre azioni non sono casuali, non lo sono mai. C’è una ...

Wishlist: i dieci dischi più ...

Ogni mese escono valanghe di dischi. Pure troppi a volte. Starci dietro non è facile, nemmeno per noi. Così sulla nostra personale agenda ...

Oggi “The Firstborn Is ...

Nick Cave. Il vampiro di Warracknabeal ha la pelle dura e la sua linfa vitale e artistica sembra essere senza fine, come una scorta nascosta ...

Oggi “Rites Of Spring” dei ...

Leggenda metropolitana vuole che i Rites Of Spring abbiano fatto una dozzina di concerti, eppure è innegabile l’impatto che hanno avuto ...

Oggi “Hunting High And Low” ...

Ah, la Norvegia. Terra di fiordi e sole a mezzanotte; di merluzzi appesi alle rastrelliere e chiese in fiamme. È inutile starci a girare ...