L’ATTIMO FUGGENTE 26 SETTEMBRE 2016

 
29 Settembre 2016
 

01. Il Nostro Singolo della Settimana: Thisell – Black Bird
02. A Singer of Songs – Sober Now
03. Mouth 4 Rusty – Take The Queen
04. Sorry Gilberto – Yellow Sweater
05. Ian Fisher – Whole Lotta Room
06. Joe Sampson – Paper Dolls
07. Gareth Dickson – The Big Lie
08. The Saxophones – Best Boy
Oldies, But Goldies: Arab Strap – Philophobia [Chemikal Underground 1998]
09. Arab Stap – Here We Go
10. Arab Strap – New Birds
11. Arab Strap – Not Quite A Yes
12. American Football – I’ve Been So Lost For So Long
13. Owen – An Island
14. Hope Sandoval feat. Kurt Vile – Let Me Get There
15. Marissa Nadler – The Best You Ever Had
16. Faith Elliott – Distance
17. Liza/Lisa – Red Pine
18. Modern Studies – Swimming
19. Jóhann Jóhannsson – A Song For Europa
20. Matt Christensen – Honeymoons
21. Il Nostro Bacio della Buonanotte: Slowdive – All Of Us

IL SINGOLO DELLA SETTIMANAThisell – Black Bird:

thisell

Thisell

Peter Thisell, svedese, in arte semplicemente Thisell, si presenta come cantante, autore, viaggiatore, padre, compagno, figlio. Noi l’abbiamo scoperto per caso, tra mille altre produzioni su Bandcamp, e la sua musica ci ha subito colpito: era, per dirla con parole sue, “come il suono di un’anima messa a nudo”. Dopo l’album d’esordio del 2013 e un e.p. lo scorso anno, supportato da un gruppo di amici di talento, Thisell ha fatto uscire il secondo album, titolato semplicemente “II” e intrapreso un tour europeo che presto lo porterà anche in Italia.
La sua musica è un folk emotivo, caratterizzato da arrangiamenti raffinati e sanguigni, in cui gli elementi della tradizione popolare svedese si amalgamano con l’Americana. Canzoni che trascendono il tempo e le culture, cantate con una voce potente e vulnerabile.
In “If I Sing My Song”, primo singolo tratto dal nuovo lavoro, Thisell sussurra “I won’t let this world break my back“, ma l’opposizione a un mondo sempre più caotico e rumoroso è fatta alle sue condizioni: anteponendo i sentimenti e le emozioni a ogni altra cosa. “Black Bird”, il nostro nuovo singolo della settimana, è il brano che chiude “II” con una sorta di cullante ninna nanna: “Lay here and listen” ci dice “breathe in the sounds of love, longing and connection”. Fatelo.

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Giunto alla sua settima stagione, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta:Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

Oggi “Foo Fighters” dei ...

Chi l’avrebbe detto all’uscita di questo album d’esordio che, a distanza di ben 25 anni, i Foo Fighters, diretta ...

Album, concerti e Festival ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Oggi “Sussidiario Illustrato ...

Non erano certo più dei giovanissimi i Baustelle ai giorni del loro esordio. E non erano nemmeno il terzetto di adesso, in quanto Fabrizio ...

Oggi “The Game” dei Queen ...

Nell’estate del 1980 i Queen, già acclamati campioni del glam più barocco e pomposo, decisero di non stare più al gioco. Per non farsi ...

Wishlist: i dieci dischi più ...

Ogni mese escono valanghe di dischi. Pure troppi a volte. Starci dietro non è facile, nemmeno per noi. Così sulla nostra personale agenda ...