L’ATTIMO FUGGENTE 28 NOVEMBRE 2016

 
30 Novembre 2016
 

01. Il Nostro Singolo della Settimana: Joe Sampson – Otherwise The Pull
02. Ky Burt – The Moon And The Sea
03. Jake Houlsby – Bloom
04. Wes Tirey – I Wonder As I Wander
05. The Secret Sea – Canada
06. Orso Jesenska – Forêt
07. Josh Garrels – The Light Came Down
08. Mark Eitzel – The Last Ten Years
09. The Magnetic Fields – ’74: No
Oldies, But Goldies: Animals That Swim – Workshy [Elemental 1994]
10. Animals That Swim – Smooth Steps
11. Animals That Swim – Pink Carnation
12. Animals That Swim – Madame Yevonde
13. Tasseomancy – Dead Can Dance & Neil Young
14. Nona Invie – What’s Right
15. Laura Marling – Soothing
16. JFDR – White Sun
17. MayMay – Linden Seed
18. From A Distance – Unwavering Love
19. Gareth Dickson –Snag With The Language
20. The Hardy Tree – Looking Down On London
21. Vic Mars – Road Through The Village
22. Littlebow – Last Summer of The Century
23. Il Nostro Bacio della Buonanotte: Tyneham House – Binoculars

IL SINGOLO DELLA SETTIMANAJoe Sampson – Otherwise The Pull:

© Glenn Ross | www.glennrossphoto.com

Joe Sampson

Joe Sampson è un vero e proprio archetipo dell’understatement applicato alla musica. Ognuna delle sua canzoni trasuda di una bellezza dal fascino delicato, che evoca i toni acustici raffinatamente malinconici di Nick Drake e Leonard Cohen, rifiniti da testi dall’ironia spesso cupa, cantati da un baritono morbido denso di sofferto pathos.
Gli inizi di Sampson raccontano di un’ infanzia trascorsa a cantare in quartetto vocale familiare, mentre la sua esperienza adulta passa attraverso collaborazioni con musicisti celebri come Nathaniel Rateliff e Esme Patterson. In questo modo Joe Sampson ha costantemente affinato il suo suono e stile, diventando uno dei cantautori più celebri della sua Denver, dove è stato nominato “cantautore dell’anno” nel 2008.
Un Ep di dodici minuti appena, “Songs Of Delay”, pubblicato nel mese di settembre è stato il suo primo biglietto da visito artistico, più che sufficiente a rivelarne doti e sensibilità. La concisione è propria anche del suo nuovo lavoro, dal quale è tratta “Otherwise The Pull”, “Chansons de Parade”, nove canzoni in poco più di venti minuti nuovamente pubblicato dall’australiana Hidden Shoal il 1° dicembre.

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Giunto alla sua settima stagione, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta:Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

Oggi “Absolutely” dei ...

Il grande successo del loro esordio “One Step Beyond”, che abbiamo già celebrato (leggi qui), aveva attirato l’attenzione ...

Oggi “Washing Machine” ...

Se credete che non sia possibile rimanere per sempre giovani senza morire prematuramente non avete mai ascoltato i Sonic Youth. Il corpo ...

Any Given Friday – Ogni ...

È di nuovo venerdì e seguendo la traiettoria del volo di un moscone – dal ronzio più emozionante di tante cose sentite ultimamente ...

Oggi “X” degli INXS ...

Il magnetico Michael Hutchence sembra Superman sulla copertina di “X” degli INXS che supereroi avevano tutto il diritto di sentirsi dopo ...

Oggi “Rust In Peace” dei ...

Per comprendere la straordinarietà di un album come “Rust In Peace” vi basterà osservare con un po’ d’attenzione la splendida ...