PIANO MAGIC
Closure

[ Second Language Music - 2017 ]
7
 
Genere: Indie rock
Tags:
 
26 Gennaio 2017
 

Tutte le storie conoscono una fine, questo lo sappiamo benissimo, il problema forse è che prima di arrivare al loro naturale capolinea alcune di esse meriterebbero maggiore fortuna, questo è senz’altro il caso degli inglesi Piano Magic.

“Closure” è il disco che sancisce l’addio alle scene per la band britannica fondata nel millenovecentonovantasette da Glen Johnson , una lunga e appassionante avventura all’insegna di una spregiudicata raffinatezza che li ha visti via via incrociare gli strumenti con un pop con venature dark wave e con la canzone d’autore, passando per l’elettricità dello splendido “Part Monster” e le dissonanze synth pop di “Ovations”.
Dopo ben undici album la band britannica ci presenta un lavoro che stilisticamente si avvicina al rock barocco dei primi Tindersticks e alle uggiose atmosfere dei Blue Nile di “Hats”, tratteggiando attraverso otto composizioni ricche di eleganti orchestrazioni un paesaggio urbano e malinconico, all’interno del quale la voce sinuosa e ricca di inquietudini di Glen Johnson si fa strada per raccontarci storie di ordinario romanticismo e mal di vivere.

“Closure” è un lavoro uniforme ma non per questo monocorde, nel quale forse l’ascoltatore meno smaliziato non troverà particolari momenti d’esaltazione, mentre chi è avvezzo alla frequentazione del pop più ricercato e ricco di spleen saprà cogliere la bellezza delle trame intessute da una band a questo giro particolarmente ispirata.

Tracklist
1. Closure
1. Landline
3. Exile
4. Let Me Introduce You
5. Living For Other People
6. You Never Stop Loving (The One That You Loved)
7. Attention To Life (feat. Peter Milton Walsh)
8. I Left You Twice, Not Once
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Jamie T – The Theory Of ...

Il suo quarto album, “Trick”, era uscito a settembre 2016: da allora Jamie T aveva preparato ben 180 canzoni, scrivendole e ...

Hater – Sincere

Dopo quasi quattro anni dall’uscita di “Siesta”, a maggio gli Hater sono tornati con questa loro opera terza, pubblicata ancora ...

Dune Rats – Real Rare Whale

Tornano a farsi sentire i Dune Rats con questo loro quarto album, che arriva a due anni e mezzo di distanza dal precedente, “Hurry Up And ...

Traams – Personal Best

Dopo sette lunghi anni di attesa ecco finalmente tornare i TRAAMS con il nuovo attesissimo album. Una pausa davvero molto lunga considerato ...

Amanda Shires – Take It Like ...

Amanda Shires è sempre stata una ribelle nel mondo del country, non necessariamente rivoluzionaria nello stile ma decisa a non lasciarsi ...

Recent Comments