OGGI “ARE YOU EXPERIENCED” DEI THE JIMI HENDRIX EXPERIENCE COMPIE 50 ANNI

 
12 Maggio 2017
 

Cos’hanno chi vi scrive e “Are You Experienced” di diverso? 9 giorni.
Si perché questa pietra miliare di Jimi Hendrix è stata pubblicata nel Regno Unito il 12 maggio del 1967 poco dopo la mia nascita e quindi abbiamo compiuto entrambi 50 anni.
Mentre io sono semplicemente invecchiato, l’album del combo nato nel Regno Unito intorno al genio di Seattle ha segnato un’epoca e pur suonando un po’ adulto sembra molto più moderno di alcuni album coevi.

Prendiamo ad esempio “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” dei Beatles, già in testa alle classifiche quando usci “Are You Experienced”, al confronto sembra preistorico. Così come “The Piper at the Gates of Dawn” dei Pink Floyd uscito poi nell’agosto del 1967, un gran disco ma ha un sound decisamente datato. Da qualche mese era in circolazione un altro milestone assoluto, “The Velvet Underground & Nico”, il disco celebre tra le altre cose anche per la cover con la banana di Andy Warhol: anche in questo caso se lo ascoltiamo adesso si sente il peso della storia.

“Are You Experienced” invece è più leggero, potrebbe essere stato scritto da Ty Segall il mese scorso, oppure dai Foxygen o con più fantasia dai Tame Impala. Scrivo questo non per attirarmi le ire funeste dei puristi, che già mi immagino pronti con la cerbottana a massacrare il recensore, ma per esprimere un semplice concetto e cioè che il disco ascoltato col senno di poi, a cinquant’anni suonati, non dimostra l’età che ha: ci sono band contemporanee che ancora si rifanno a quel sound sporco e scarno, frutto della sola fantasia a sei corde “destre suonate mancine”.
Facciamo però un passo indietro e vediamo come è nato il capolavoro.
Nel 1966 Jimi Hendrix si trasferisce in Inghilterra dove forma, sotto la guida artistica del produttore Chas Chandler, assieme al bassista Noel Redding (che in realtà era un chitarrista convertito) ed al batterista Mitch Mitchell, i Jimy Hendrix Experience. Un nome originale per un power-trio molto estroso, dall’anima blues, soul e psichedelica.

Escono in quell’inverno alcuni 45 giri di grande successo, come “Hey Joe” cover di Billy Roberts e “Purple Haze” che però non vengono inclusi nella prima release del disco, come si usava fare all’epoca. L’album si apre con il capolavoro “Foxy Lady” quintessenza del sound di Hendrix, con gli acuti, gli stop e le ripartenze della sua Stratocaster, le parole sussurrate. Poi “Manic Depression” con quello strano tempo sbilenco in 8/9, un brano che ci parla della psicosi maniaco depressiva e gli sbalzi di umore collegati, ben sottolineati dalle acrobazie musicali del trio.
Dopo una partenza al fulmicotone ecco che il tempo scende con un blues lento “Red House”: l’album non smette di stupire ad ogni giro di vinile. Quando si posa la puntina sul lato B dopo la contorta “May This Be Love” ecco un altro capolavoro, “Fire”, esplosiva e sincopata, altro brano che segnerà un’epoca. Al brano segue “Third Stone From The Sun” brano con un intro quasi jazz e con alcuni strumenti il cui nastro viene riprodotto al contrario.
L’album sia nella prima edizione che nelle ristampe si conclude con “Are You Experienced?” il cui incipit ricorda alcuni degli effetti usati da Tom Morello dei Rage Against The Machine, con quei colpi di plettro sulle corde sorde.

La versione americana, che si fa preferire per l’inserimento dei singoli precedenti all’uscita dell’album, vede la tracklist completamente rivoluzionata, ma recupera “Purple Haze” che apre il disco e “Hey Joe” come terzo brano, spostando “Foxy Lady” come penultimo brano del lato B.
Con un pizzico di campanilismo per l’anno di nascita comune, il 1967 ci ha regalato grandi album e pietre miliari e cinquant’anni dopo celebriamo da queste pagine quello che non senza concorrenza agguerrita è a mio avviso il disco dell’anno: “Are You Experienced”, The Jimy Hendrix Experience.

The Jimy Hendrix Experience – “Are You Experienced”
Data di pubblicazione:
 12 Maggio 1967
Tracce: 11
Durata: 40:12 minuti
Etichetta: Track
Produttori: Chas Chandler

Tracklist (versione UK):
1. Foxy Lady
2. Manic Depression
3. Red House
4. Can You See Me
5. Love or Confusion
6. I Don’t Live Today
7. May This Be Love
8. Fire
9. Third Stone from the Sun
10. Remember
11. Are You Experienced?

Tracklist (versione USA):
1. Purple Haze
2. Manic Depression
3. Hey Joe (Billy Roberts)
4. Love or Confusion
5. May This Be Love
6. I Don’t Live Today
7. The Wind Cries Mary
8. Fire
9. Third Stone from the Sun
10. Foxy Lady
11. Are You Experienced?

 

Omaggio di Ben Gibbard al compianto ...

Nel suo consueto spazio live streaming homemade, Ben Gibbard dei Death Cab For Cutie ha voluto rendere omaggio a Adam Schlesinger ...

Einstürzende Neubauten: ascolta ...

Iniziamo a scoprire qualcosa dal nuovo album degli Einstürzende Neubauten, “Alles In Allem”. L’album uscirà il 15 maggio e ...

“Capital Crimes” è il ...

Il musicista statunitense Andrew Bird ha pubblicato un nuovo singolo intitolato “Capital Crimes” il quale è stato accompagnato ...

“Memories Gone” è il ...

Il secondo LP di Malena Zavala, “La Yarará”, è ormai imminente: il suo nuovo lavoro sulla lunga distanza, infatti, arriverà il ...

“Cerco soprattutto di ...

I Loose Fit sono una nuova band post-punk australiana: formato dalle due ex compagne di scuola Kaylen Milner (batteria) e Anna Langdon ...