atthedrivein-2017
 

AT THE DRIVE-IN
in•ter a•li•a

[ Rise Records/BMG - 2017 ]
7.5
 
Genere: alternative rock
 
16 giugno 2017
 

Tra le tante reunion degli ultimi anni, quella degli At The Drive In è stata sicuramente una delle più clamorose e meno scontate. I cinque di El Paso, dopo l’uscita di “Relationship of Command” (2000), terzo lavoro in studio accolto trionfalmente da critica e pubblico, sembravano destinati ad avere un futuro radioso e ad assumersi la non facile responsabilità di salvatori del rock a stelle e strisce. Dissidi interni, eccessi di vario tipo ed esaurimenti nervosi costrinsero però gli At The Drive In a gettare la spugna nel marzo 2001, nel pieno di un tour già segnato da tensioni e incidenti. La band si spaccò in due parti: il cantante Cedric Bixler-Zavala e il chitarrista solista Omar Rodríguez-López fondarono i fortunatissimi The Mars Volta, alfieri del progressive rock degli anni 2000 e vincitori di un Grammy Award; i restanti membri (il chitarrista Jim Ward, il bassista Paul Hinojos e il batterista Tony Hajjar) continuarono il loro percorso post-hardcore con gli Sparta.

Dopo essersi riuniti in formazione originale per una serie di date live nel 2012, gli At The Drive In sono tornati quest’anno con il nuovo “in•ter a•li•a”, primo lavoro in studio in ben 17 anni. Jim Ward è stato sostituito da Keeley Davis, suo ex-compagno negli Sparta, ma per il resto non molto è cambiato rispetto ai tempi di “Relationship of Command”. C’è da dire, a onor del vero, che la passione che animava gli spiriti dei membri degli At The Drive In agli esordi è decisamente diminuita; i texani non hanno più il fuoco addosso come quando avevano vent’anni, ma la grande esperienza accumulata in quasi due decenni di progetti diversi e ambiziosi ha dato linfa vitale agli undici brani di “in•ter a•li•a”. I virtuosismi di Rodríguez-López e i mirabolanti intrecci tra chitarre ci sono ancora, più raffinati e complessi di prima (“Continuum”, “Pendulum In A Peasant Dress”). La voce di Bixler-Zavala non graffia più come una volta e raramente raggiunge i picchi dei The Mars Volta, ma l’intensità e la versatilità espresse in brani come “Tilting At The Univendor” e “Torrentially Cutshaw” sono davvero notevoli. Il nervosismo e la vena impulsiva dei lavori pre-scioglimento sono stati sostituiti da una maggior attenzione alle melodie e all’immediatezza dei ritornelli (“Governed By Contagions”, “Call Broken Arrow”, “Incurably Innocent”). Tracce dei progetti paralleli di Bixler-Zavala e Rodríguez-López si ritrovano nei passaggi progressive di “Holtzclaw”, nel post-punk dal piglio hip hop di “Hostage Stamps” e nel funk lento e dark di “Ghost-Tape No. 9”, l’episodio più particolare e audace di questo “in•ter a•li•a”.

In fin dei conti, la maturità non ha fatto male agli ormai ultra quarantenni cinque ex-ragazzi di El Paso: “in•ter a•li•a” ha tutti gli elementi che ci si aspetterebbe di trovare in un disco degli At The Drive In e altre interessanti novità. Tuttavia resta forte il dubbio che, se la band non fosse esplosa a un passo dalla vetta in quel lontano marzo 2001, questo quarto album sarebbe potuto essere qualcosa di più dell’ennesima – seppur riuscitissima – operazione nostalgia.

Tracklist
1. No Wolf Like the Present
2. Continuum
3. Tilting At the Univendor
4. Governed By Contagions
5. Pendulum in a Peasant Dress
6. Incurably Innocent
7. Call Broken Arrow
8. Holtzclaw
9. Torrentially Cutshaw
10. Ghost-Tape No.9
11. Hostage Stamps
 
 

Laucan – Frames Per Second

Lewes (East Sussex) è una di quelle tranquille cittadine di campagna inglesi che sui giornali…

Lorde – Melodrama

Dopo il battesimo di fuoco con “Pure Heroine”, datato settembre 2013, Ella Yelich-O’Connor in arte…

Mount Eerie – A Crown Looked ...

Death is real. L’assunto iniziale, parlato, sussurrato, di “A Crown looked at me”, ultimo album…

Arcade Fire – Everything Now

Nelle interviste che accompagnarono l’uscita di “Reflektor”, Win Butler spiegava come ad ogni album gli…

Father John Misty – Pure ...

Chi non conosce ancora Father John Misty, farebbe meglio a prendere tutto ciò che ha…