L’ATTIMO FUGGENTE 23 OTTOBRE 2017 (S08E06)

 
27 Ottobre 2017
 

01. 5×7: Matt Maltese – Comic Life
02. 5×7: Dan Michaelson – Old Kisses
03. 5×7: Calming River – Anniversary
04. 5×7: Kelora – 999
05. 5×7: Lost Film – Galaxy
06. The Luxembourg Signal – Blue Field
07. The Granite Shore – Where Does The Sadness Come From?
08. Last Leaves – The Night You Drove Me Home
09. Belle And Sebastian – I’ll Be Your Pilot
10. Michael Head & The Red Elastic Band – Picasso
11. Pavey Ark – Leaf By Leaf
12. The Broken Broadcast – Maps!
13. Memory Drawings – The Nearest Exit (Astronauts remix)
14. A Grave With No Name – Wreath
15. Old Fire – Bloodchild
16. Valparaiso – Blown By The Wind
17. Sylvain Chauveau – I Follow Rivers
Oldies, But Goldies: David Sylvian – Secrets Of The Beehive [Vrgin 1987]
18. David Sylvian – September
19. David Sylvian – Orpheus
20. David Sylvian – Let The Happiness In
21. David Åhlén – New Worlds
22. William Ryan Fritch – Sheep In The Fog
23. Il Nostro Bacio della Buona Notte: Efterklang – Doppelgänger

5×7Cinque canzoni per una settimana:

Clockwise: Dan Michaelson, Matt Maltese, Kelora, Lost Film, Calming River

La cinquina di questa settimana:

1. Per molti è solo un nuovo arrivato da South London, ma per noi dell’Attimo Matt Maltese è una promessa che viene mantenuta ad ogni nuova canzone (in attesa della definitiva consacrazione con un album). Il suo nuovo brano “Comic Life” è una celebrazione del solitario, di colui che guarda il mondo che passa, protetto e difeso dal vetro delle proprie finestre. A uno storytelling suggestivo ed efficace, Matt unisce una grande ironia e una melodia davvero perfetta. Dopo tanti deliziosi dolcetti, aspettiamo con ansia una intera torta!


2. L’8 dicembre uscirà “First Light” il nuovo album solista di Dan Michaelson. Nel brano che lo anticipa, “Old Kisses”, immagina un luogo in cui ogni momento intimo diviene un detrito ingombrante che finisce per circondare e soffocare le nostre emozioni. Ancora una volta l’artista inglese, che sia da solo o accompagnato dai fidi Coastguards, riesce a veicolare in una canzone tutta la forza quieta ed esplosiva della malinconia.


3. Calming River è lo pseudonimo del cantautore britannico Joshua Malcolm, da un po’ di tempo residente in Danimarca. Se il suo nome d’arte può evocare la tranquillità è evidente che le acque di un fiume possano anche essere turbolente e pericolose. Il suo nuovo singolo “Anniversary”, una canzone che parla di pregiudizi, è prevalentemente strumentale e, appunto, piuttosto impetuosa, almeno fino all’arrivo della parte vocale dove le acque si calmano e una commovente quiete placa la tempesta.


4. I Kelora, duo di Glasgow composto dai giovanissimi Kitty Hall e Benedict Salter, si erano fatti conoscere con un ottimo e.p. lo scorso anno. Molte etichette si sono da allora mosse per metterli sotto contratto, ma, per il momento, i giovani scozzesi rimangono fieramente indipendenti e ci regalano un’altra canzone, “999”, che miscela elementi piuttosto contrastanti: folk pastorale da un lato, e tecniche di produzione contemporanea dall’altro, chitarre acustiche e laptop, combinati con coraggio e inventiva.


5. Lost Film è il progetto indie pop di Jimmy Hewitt, da Easthampton, MA. Una scrittura diretta, canzoni semplici e una adorazione per la Sarah Records, Lost Film pubblica, dopo “Imago” del 2015 e l’EP “Temporary” del 2016, il mini album “Broken Spectre”, che vede la band esplorare temi più ampi con una strumentazione più completa rispetto al passato. Brillante, jangly, e piena di richiami al “C86”, la musica di Lost Film non poteva non far breccia nei nostri cuori.

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Da otto anni, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta: Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

Oggi “Pod” dei Breeders ...

Sono passati trent’anni da “Pod”, disco che segnava il debutto dei Breeders, un progetto che si era prefigurato ben presto ...

Oggi “Grand Prix” dei ...

Difficile e nello stesso tempo facilissimo parlare di questo disco. L’ambivalenza nasce semplicemente dal fatto che questo ...

Album, concerti e Festival ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Le origini del Punk – Parte ...

Introduzione Se New York ha vissuto la genesi del punk (leggi l’articolo), sarà la città di Londra che rappresenterà la ...

Oggi “Mer De Noms” ...

Una fenice in grado di risorgere puntualmente dalle sue ceneri, di inglobare sonorità e tendenze apparentemente estranee al suo storico ...