WIN BUTLER (ARCADE FIRE): TRUMP è UN RAZZISTA E UNO XENOFOBO

 
Tags:
14 gennaio 2018
 

Il frontman dei Arcade Fire Win Butler non le manda certo a dire e ci mette la faccia, accusando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump di “razzismo e xenofobia” dopo i suoi commenti fatti su Haiti e vari paesi africani nel corso di un incontro su un accordo sull’immigrazione. In quel contesto Trump si lamentava del fatto di dover accogliere persone proveniente da “paesi di merda“, aggiungendo poi una specifica frase su Haiti: “Why do we want people from Haiti here?“.

Sulla propria pagine Twitter, Butler ha denunciato i commenti del presidente, rigettandoli come razzisti e xenofobi, dicendo: “Haiti è uno dei luoghi più speciali e incredibili che abbia mai visto su questa terra e abbiamo bisogno di più haitiani-americani“.

La moglie e compagna di band di Butler, Régine Chassagne, è nata a Montreal ma è di origine haitiana, i suoi genitori emigrarono in Canada durante la dittatura di François Duvalier. Gli Arcade Fire hanno omaggiato il Paese dei Caraibi con una canzone chiamata “Haiti” nel loro album “Funeral”.

 

Il nuovo singolo degli Embrace si ...

Non vedevate l’ora di ascoltare la classica ballata degli Embrace tutta struggimento ed archi? Bene, con “Never” sarete ...

Julien Barbagallo batterista dei ...

Julien Barbagallo è conosciuto per essere il batterista dei Tame Impala, ma forse non tutti sanno che il nostro è capace anche di cantare, ...

Vök: due date italiane per la ...

La band islandese VÖK, dopo aver conquistato il pubblico italiano la scorsa estate al Serravalle Rock con il debut album ...

Neko At Stella – Shine

Neko at stella, tradotto sarebbe ‘Un gatto a stella’, un nome particolare per una band altrettanto particolare. Dopo il loro ...

Belle Adair – Tuscumbia

Torna la band dell’Alabama e lo fa con un disco che emana un calore musicale più forte e consistente rispetto al discreto “The ...