WIN BUTLER (ARCADE FIRE): TRUMP è UN RAZZISTA E UNO XENOFOBO

 
Tags:
14 gennaio 2018
 

Il frontman dei Arcade Fire Win Butler non le manda certo a dire e ci mette la faccia, accusando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump di “razzismo e xenofobia” dopo i suoi commenti fatti su Haiti e vari paesi africani nel corso di un incontro su un accordo sull’immigrazione. In quel contesto Trump si lamentava del fatto di dover accogliere persone proveniente da “paesi di merda“, aggiungendo poi una specifica frase su Haiti: “Why do we want people from Haiti here?“.

Sulla propria pagine Twitter, Butler ha denunciato i commenti del presidente, rigettandoli come razzisti e xenofobi, dicendo: “Haiti è uno dei luoghi più speciali e incredibili che abbia mai visto su questa terra e abbiamo bisogno di più haitiani-americani“.

La moglie e compagna di band di Butler, Régine Chassagne, è nata a Montreal ma è di origine haitiana, i suoi genitori emigrarono in Canada durante la dittatura di François Duvalier. Gli Arcade Fire hanno omaggiato il Paese dei Caraibi con una canzone chiamata “Haiti” nel loro album “Funeral”.

 

TRACK: Purple Heart Parade – ...

Non parliamo certo di novellini quando citiamo i Purple Heart Parade, eroi di Manchester attivi dal 2012 e impegnati a dispensare il loro ...

Fine della corsa per Minus The Bear ...

La band indie di Seattle Minus The Bear ha annunciato lo scioglimento a 17 anni dal loro EP di debutto, “This Is What I Know About ...

Wild Nothing svela un nuovo ...

Jack Tatum, ovvero Wild Nothing, svela “Partners In Motion”, estratta dal nuovo album Indigo, atteso il 31 agosto via Captured ...

Ascolta “Blueberry Jam”, il ...

E’ un lato decisamente pimpante e scanzonato quello che ci mostra Bonnie ‘Prince’ Billy nel nuovo brano “Blueberry ...

Freakout Club a Bologna: il 4 ...

E’ fissata per il 4 dicembre la data bolognese, al Freakout Club, degli Esben and the Witch e il giorno dopo arrivano i Supersuckers, ...