I SIGUR RóS HANNO CURATO LA COLONNA SONORA DI UN FILM DEDICATO AL BLACK METAL NORVEGESE (CON SKY FERREIRA)!

 
20 gennaio 2018
 

La prossima settimana, al Sundance Film Festival, sarà presentato il film “Lords Of Chaos”.  Le cose che ci interessano sono che la protagonista è la cantante/attrice Sky Ferreira, il fatto che film si concentra sulla scena black metal norvegese, in particolare su Euronymous e Dead dei Mayhem e Varg Vikernes (Burzum) e si basa sul libro del 1998 di Michael Moynihan e Didrik Søderlind pubblicato con lo stesso nome (in Italia è uscito per Tsunami con il nome di “Lords of chaos. La storia insanguinata del metal satanico”) e, ultima cosa, ma non certo ultima come importanza, che a curare la colonna sonora siano stati i Sigur Ros.

Il film, diretto dal regista svedese Jonas Akerlund, noto anche per essere stato il batterista della prima lineup dei Bathory, è stato criticato da esponenti dei Satyricon (Satyr e Frost) che a suo tempo si erano espressi così: “Ora che l’attenzione per il black metal si è spostata finalmente sul lato musicale, ecco che del gossip giornalistico sottoforma di un pessimo libro viene trasformato in un film. Un libro approssimativo, scritto da uno che non capisce il black metal, è diventato un riferimento“. Anche il bassista dei Mayhem non pareva affatto contento della trasposizione filmica: “Quel libro ‘Lords of Chaos’ fa schifo e il fatto che qualche stupido svedese giri un film su di esso non è Ok. farò di tutto per fermare questo film. Dite agli svedesi e a quella gente di Hollywood di andare a farsi fottere“.

Varg Vikernes dei Burzum non ci va giù piano: “Il libro era una merda… il film sarà meglio? All’inizio il progetto di questo film doveva essere più incentrato su di me, invece poi hanno deciso di basarlo più su Euronymous. La prima cosa a cui ho pensato quando ho sentito parlare di questo film, è che gli autori non hanno fatto nulla per parlare con chi era realmente coinvolto nella scena ma si sono solo basati unicamente sul sensazionalismo del libro. Questo perchè non hanno alcun interesse nel fare una sorta di documentario, vogliono solo fare un film. Una cosa che trovo divertente, è che abbiano chiesto ai Mayhem i diritti per usare la loro musica nel film. I Mayhem han risposto: ‘No, fottetevi’. Hanno quindi chiesto ai Darkthrone e loro hanno fatto quello che fanno sempre, ossia li hanno mandati affanculo. Poi ho ricevuto io una email un mese o due fa di un tizio della Goldman inglese che mi chiedeva il permesso di usare la mia musica nel film. Indovinate che ho fatto? Anche io gli ho detto di andare a farsi fottere. Quindi la cosa divertente è che stanno facendo un film basato su band come Darkthrone, Mayhem e Burzume non hanno il permesso di usare le musiche di alcuna di queste band. Questa cosa fa ridere. E’ probabilmente il classico film hollywoodiano basato su assassinii, dove non c’è alcuna intenzione di svelare alcun segreto circa quello che è realmente successo, è solo una fiction. Stronzate e merda alla Hollywood fatte per fare soldi. Non si parla di verità, sono solo puttanate. Vi consiglio di ignorare questa merda. Se il film sarà un flop, sarò contento perchè se lo meritano. Se invece farà successo, sarò comunque contento, perchè vorrà dire che la gente potrà leggere i miei libri”.

A questo punto, attendiamo di vederlo e poi tireremo le nostre conclusioni in merito.

 

The Dream Syndicate: sesto album a ...

A due anni di distanza dal loro quinto LP, “How Did I Find Myself Here?”, The Dream Syndicate stanno per ritornare con un nuovo ...

Guarda il video di ...

Come vi abbiamo annunciato qualche settimana fa, Strand Of Oaks pubblicherà il suo sesto album, “Eraserland”, il prossimo 22 ...

Nuovo EP delle Mint Field a marzo. ...

A distanza di poco più di un anno dal loro primo album. “Pasar De Las Luces” (leggi la recensione), le Mint Field stanno per ...

“Prendo piu spunto dalla ...

di Marco Ciardelli E’ arrivato il momento per Amber Bain (in arte Japanese House) di pubblicare il suo album d’esordio. Il disco ...

“Little Smart Houses” ...

L’uscita del secondo LP dei Sundara Karma, “Urfilas’ Alphabet” si fa sempre più vicina: il seguito del convincente ...