OGGI “PORCUPINE” DEGLI ECHO & THE BUNNYMEN COMPIE 35 ANNI

 
4 Febbraio 2018
 

Cuori pulsanti di una Liverpool culla di spettri e demoni musicali, gli Echo & the Bunnymen capostipiti ad inizi anni 80 del new romantic e del post punk, nel 1983 sfornarono il terzo disco “Porcupine” – che diede loro l’immortalità sonora con due pezzi indimenticabili all’inizio dell’album. Prima non c’erano strategie in merito a come disporre le tracce, semplicemente con “The Cutter” e “Back of Love” volevano subito spaccare, subito stupire, furono una novità per tutto il genere (che all’epoca era poco conosciuto e sperimentato). Le loro sonorità andavano al di là, rispetto per esempio ai Joy Divison – infatti io non li accosto a loro, ma più agli ‪Ultravox‬.

Gli Echo usarono gli anni 80 per sperimentare, non per seguire un filone di successo; volevano portarti dentro quei loro film musicali, pieni di illusioni, allucinazioni, immagini colorate o oscure; balzavano da una ballata a una mitragliata, che ti portava a correre dietro quel vicolo cittadino per sbucare nel mare o vicino casa. Io li reputo come dei pittori musicali: dipingevano quegli anni bucati senza mezze misure, disperazione o amore, e coloravano il bianco e nero. Quel giochino mentale che ti ricordava la luce o il colore per allontanarti dal male o cascarci dentro.

L’Asia è vicina, nuovi strumenti sembrano scalpitare con violente scariche di suono opaco; Ian Stephen McCulloch con la sua voce struggente, ma piena di vita, canzonava tutti. Sì, sembrava una voce punk, ma aveva anche qualità vocali fuori dal genere, non era improvvisato, non era stonato, forse sì stralunato. Come schizzava nei ritornelli! In “The Cutter”, quando la senti, puoi provare quasi qualsiasi cosa: potresti fluttuare tra gli alberi, correre veloce o morire in un modo atroce; occhio quindi a questa melodia beffarda, che non vi porti via.

Echo & the Bunnymen – “Porcupine”
Data di pubblicazione: 4 Febbraio 1983
Tracce: 10
Lunghezza: 44:39
Etichetta: Warner Bros
Produttori: Ian Broudie

Tracklist:
1 The Cutter
2 Back of Love
3 My White Devil
4 Clay
5 Porcupine
6 Heads Will Roll
7 Ripeness
8 Higher Hell
9 Gods Will Be Gods
10 In Bluer Skies

 

Oggi “Stop Making ...

Dicembre 1983. Al The Pantages Theatre di Hollywood si svolgeva uno dei più grandi live della storia della musica: i Talking Heads erano in ...

Indie italiano? No grazie. Un ...

“Indie” è la contrazione di “indipendent”, quindi, in passato, affinché una band potesse essere etichettata come indie doveva ...

Mark Lanegan: la TOP 10 brani

Nuovo album per Mark Lanegan che pubblicherà “Somebody’s Knocking“ a ottobre su Heavenly ed è anche tornato ad apparire dopo ...

Oggi “Mobile Home” dei ...

Colpevolmente ho ascoltato veramente “Mobile Home” solo 10 anni dopo dalla sua uscita. Nel ‘99, quando uscì, nemmeno me ne ...

Oggi “Dog Man Star” dei ...

Alla voce pietre miliari. Del britpop, certo, ma non solo. E’ il 10 Ottobre del 1994 quando esce “Dog Man Star”, secondo ...