LUCY DACUS
Historian

[ Matador - 2018 ]
8.5
 
Genere: indie-rock
 
14 marzo 2018
 

Se è un sogno vi prego di non svegliarmi. Di fronte a simili suggestioni il primo impulso è davvero quello di dire: “sto sognando“, ma, per fortuna non è così. Questa è la realtà, questa è la concretezza musicale che l’ ispiratissima Lucy Dacus ci sbatte in faccia. Un disco che comincia con le parole “La prima volta che ho assaggiato la saliva di qualcun altro ho avuto un attacco di tosse“, non può non rivelarsi fin da subito portatore di verità e onestà che sconfinano decisamente nel personale. Quando sincerità e “brutalità” (concedetemi il termine) vanno a braccetto, con una punta d’ironia beffarda: tutto quello che serve per assorbire ed alaborare anche traumi, lutti e mazzate familiari non di poco conto. Pelle d’oca.

Musicalmente è lirismo guitar-rock al femminile, capace di spaziare dal folk a distorsioni anni ’90 che ci mandano letteralmente in paradiso (il finale di “Night Shift” è roba che rimanda quasi ai Radiohead dei tempi d’oro del secondo disco). Il suono è potente eppure capace anche di una dolcezza surreale, si esalta in ritornelli deliziosamente indie-pop per poi farsi improvvisamente più spesso, scuro e sonico. Strutturati in modo perfetto gli arrangiamenti d’archi o di fiati, che fanno capolino nei momenti giusti, mai per soffocare ma per impreziosire il tutto.

Lucy ha 22 anni. E sembra una veterana. Ha fatto un secondo disco enorme, che lascia senza fiato e senza parole. E no, non è un sogno.

Tracklist
01. Night Shift
02. Addictions
03. The Shell
04. Nonbeliever
05. Yours and Mine
06. Body to Flame
07. Timefighter
08. Next of Kin
09. Pillar of Truth
10. Historians
 
 

B Boys – Dudu

La scena musicale DIY di New York non conosce il significato delle parole penuria o scarsità, non dobbiamo di certo annunciarlo noi: ...

Bon Iver – i,i

Il progetto Bon Iver era nato come l’espressione non di un leader all’interno di un progetto condiviso, ma come progetto cantautorale. ...

King Gizzard and the Lizard Wizard ...

Prima o poi doveva succedere, era scritto nella carne putrida e nelle carcasse di un ratto in decomposizione che sarebbero passati a far ...

The Hold Steady – Thrashing ...

Sono passati oltre cinque anni dall’album più recente degli Hold Steady, “Teeth Dreams”, uscito a marzo 2014: effettivamente è un ...

Ride – This Is Not A Safe ...

Ricordo nitidamente di aver letto (altrove, ça va sans dire) un paio d’anni fa una recensione, composita nel lessico quanto scevra ...