SUNFLOWER BEAN
Twentytwo In Blue

[ Lucky Number Music - 2018 ]
7.5
 
Genere: indie-rock,alt-rock
 
20 aprile 2018
 

Sono passati un paio di anni dal loro acclamato esordio “Human Ceremony” e ora i Sunflower Bean sono tornati poche settimane fa con questo loro sophomore, realizzato dal Mom+Pop Music e Lucky Number Music: registrato ai Thump Studios da Jarvis Taveniere dei Woods, il disco è stato prodotto da Jacob Portrait degli Unknown Mortal Orchestra (che si è occupato anche del mixing) insieme a Matthew Molnar.

Con questo nuovo lavoro il giovanissimo trio di NYC, lo diciamo subito, dimostra che la strada percorsa in questi anni è sicuramente servita e, pur non mancando le influenze, si nota una certa personalità e anche la voce della sempre bella cantante e bassista Julia Cumming è migliorata e questo le permette di essere maggiormente a proprio agio rispetto al passato.

Molto belle le armonie create dal duetto tra la bionda frontwoman e il chitarrista Nick Kivlen di “I Was A Fool”, non a caso scelto dal gruppo statunitense come primo singolo estratto da questo nuovo LP: non mancano il sole e le chitarre cristalline che arricchiscono il loro suono.

La opening-track Burn It dai vocals passionali ci porta, invece, su territori classic rock e la memoria se ne va indietro di almeno una quarantina d’anni.

“Memoria” ci regala momenti indie-pop anni ’80 e, in più di un momento, lo spirito di certi Smiths sembra fluttuare all’interno di questa canzone, mentre “Human For”, a livello strumentale, percorre una strada piuttosto pesante (oseremmo dire, forse sbagliando, quasi hard-rock).

“Twentytwo In Blue” è un album interessante, scritto da una band di ragazzi molto giovani – di ventidue anni per l’appunto – che offre spunti interessanti in più di un’occasione e non si limita a copiare dal passato, ma sa colpire nei punti giusti: quaranta minuti in cui il trio di NYC prosegue il suo cammino in una maniera che ci pare corretta.

Tracklist
1. Burn It
2. I Was A Fool
3. Twentytwo
4. Crisis Fest
5. Memoria
6. Puppet Strings
7. Only A Moment
8. Human For
9. Any Way You Like
10. Sinking Sands
11. Oh No, Bye Bye
 
 

The National – I Am Easy To ...

Seguendo i National da molti anni, non mi aspettavo di incontrare nel loro percorso artistico una tappa come quella rappresentata da “I Am ...

Mac DeMarco – Here comes The ...

La noia come ragion d’essere. La noia come atto costitutivo della più alta forma di creatività. Mac DeMarco in “Here Comes the ...

Peter Doherty and The Puta Madres ...

Esce finalmente anche l’attesissimo omonimo lavoro di Peter Doherty & The Puta Madres ovvero il terzo e nuovo progetto per il frontman ...

Nick Murphy – Run Fast Sleep ...

“Run Fast Sleep Naked” è il primo album pubblicato dal cantante sotto il nome di Nick Murphy. L’ex Chet Faker ha dunque, ...

Rose Elinor Dougall – A New ...

Alzi la mano chi oggi si ricorda delle Pipettes, band inglese che fece capolino nelle playlist indie pop di metà anni 2000. Probabilmente ...