I, TONYA (TONYA)

 
Tags:
 
di
26 aprile 2018
 

La storia di Tonya Harding sarebbe stata avvincente anche sotto le spoglie di una biopic sportiva più canonica, ma il regista Craig Gillespie e lo sceneggiatore Steven Rogers non si sono adagiati sugli allori e hanno puntato a qualcosa di molto più accattivante.

“I, Tonya” racconta dunque la storia sportiva e umana della sua protagonista servendosi di false interviste, flashback affidati alla memoria dei diversi personaggi, offrendo visioni anche contrastanti, ad un ritmo indiavolato che fa sembrare il film più una black comedy che una vera e propria biopic.

Ad uscire condannata da questo affresco cinico non è però la povera Tonya Harding, ma l’America che l’ha fagocitata nella sua giungla di regole e aspettative attraendola con un sogno che non avrebbe mai potuto coronare, non rimanendo se stessa.
Tutti hanno detto della bravissima Allison Janey, strepitosa nel controverso ruolo della madre di Tonya che le è valso un Oscar, ma va senz’altro omaggiata anche la performance dell’attrice protagonista, una Margot Robbie sfacciata e sincera che, per costruire un personaggio sfaccettato e credibile, ha anche rinunciato, in parte, al suo dirompente sex appeal.

Anno: 2017
Durata: 121 min
Genere: drammatico, biografico, sportivo,
Regia: Craig Gillespie
Sceneggiatura: Steven Rogers
Produttore: Bryan Unkeless, Steven Rogers, Margot Robbie, Tom Ackerley
Produttore esecutivo:Len Blavatnik, Aviv Giladi, Vince Holden, Toby Hill, Craig Gillespie, Zanne Devine, Rosanne Korenberg
Casa di produzione: LuckyChap Entertainment, Clubhouse Pictures
Distribuzione (Italia): Lucky Red
Fotografia: Nicolas Karakatsanis
Montaggio: John Axelrad, Lee Haugen
Musiche: Tatiana S. Riegel
Scenografia: Jade Healy

Margot Robbie: Tonya Harding
Sebastian Stan: Jeff Gillooly
Allison Janney: LaVona Harding
Julianne Nicholson: Diane Rawlinson
 

Bohemian Rhapsody

Non sono un grande fan dei Queen, men che meno sono un grande fan dei fan dei Queen, una delle razze di fan più terribili al mondo – ...

Gioventù Bruciata

di Dario Ardias Thorre “Sai cosa ha scritto Godard su Nicholas Ray? Nicholas Ray è il cinema” Questa battuta, presente in ...

BlacKkKlansman

Applaudito da molti come l’ultimo capolavoro di un ritrovato Spike Lee, non è l’opera d’arte che si legge in giro, ma ...

Blade Runner 2049

di Dario Ardias Thorre Vedere ‘Blade Runner 2049’, senza nessuna remora per quello che rappresenta ‘Blade Runner’, ...

Nico, 1988

di Dario Ardias Thorre Di solito, tranne rarissime eccezioni, odio i biopic di qualsivoglia genere perchè ne avverto sempre l’olezzo ...