TIM HART
The Narrow Corner

[ Nettwerk - 2018 ]
7
 
Genere: indie-folk,folk-rock
 
27 Aprile 2018
 

Tim Hart lo conosciamo soprattutto come batterista dei Boy & Bear, ma il musicista australiano ha comunque anche una carriera solista e, a distanza di quasi sei anni dal suo esordio, “Milling In The Wind”, è ritornato lo scorso febbraio con questo “The Narrow Corner”, pubblicato da Nettwerk Music Group.

Scritto per la maggior parte mentre era on the road insieme alla sua band principale e registrato negli intervalli tra un tour e l’altro dei Boy & Bear, questo sophomore, suonato quasi interamente dallo stesso Hart, è stato prodotto da Mark Myers (Emma Louise, The Middle East, Timberwolfe), già al lavoro con lui per il suo debutto, insieme a Wayne Connolly (You Am I, Knievel, Cloud Control), che si era occupato di “Harlequin Dream”, il secondo LP del gruppo di Sydney.

Magari non eccessivamente innovativo, “The Narrow Corner” è comunque un album delicato, elegante, molto ben curato in ogni dettaglio: se i suoi testi sono riflessivi e parlano di temi come la perdita, la disconnessione e di come il viaggiare alteri, nel bene e nel male, le nostre visioni, la musica, invece, è pura gioia per l’ascoltatore. Non sono solo le belle melodie a colpire, ma anche la classe di Hart, che sicuramente non manca.

Ci piacciono i synth di “A Long Way”, ma anche la più morbida “Just A Matter Of Time”, che ha un non so che di quel classic-rock leggero e piacevole.

La gentilezza di “Cool Water” ci porta verso un tranquillo finger-picking folk, che lascia spazio alla riflessione, mentre “Stone’s Throw” è forse l’unico brano in cui il ritmo si alza con una maggiore intensità, pur senza mai raggiungere livelli esagerati.

“The Narrow Corner” alla fine dei conti è un disco calmo e rilassato che si lascia ascoltare molto volentieri e che mette in mostra il talento del musicista australiano: un buon album, semplice, ma decisamente gradevole.

Tracklist
1. Two Days Straight
2. I’d Do Well
3. A Long Way
4. The Cutting Line
5. Maybe Just The Once
6. Stone’s Throw
7. All In All
8. Love Don’t Come For You
9. Not Mine For The Asking
10. Just A Matter Of Time
11. St. Jack, Pt. 1
12. Water Fire
13. Cool Water
 
 

Lonely Guest – Lonely Guest

Una pruriginosa irrequietezza si insinua alle prese con questo “Lonely Guest” nel sapere che dietro questo pseudonimo si ...

W.H. Lung – Vanities

Secondo album per la band di Manchester dopo il meritato successo dell’esordio “Incidental Music” pubblicato nella ...

Marissa Nadler – The Paths of ...

Dicono che Marissa abbia avuto l’ispirazione per le canzoni di questo suo nono album in parte dalle visioni in lockdown della serie ...

Penelope Isles – Which Way To ...

E’ ovviamente un grande piacere poter ascoltare il sophomore dei Penelope Isles, che già ci avevano ben impressionato con il loro ...

Jerry Cantrell – Brighten

Torna come solista dopo diciannove anni il grande chitarrista e fondatore degli Alice in Chains, Jerry Cantrell, anche se questa volta lo fa ...