DONOVAN WOODS
Both Ways

[ Meant Well - 2018 ]
8.5
 
Genere: folk
 
14 maggio 2018
 

E’ dolce, è poetico, è toccante.
Ancora una volta, Donovan Woods non sbaglia il colpo, e con “Both Ways” sforna un album morbido e romantico, drappeggiato su corde di chitarra e una voce rotta e sussurrata.

Già dal primo brano “If I Was A Good Lover”, Donovan ci culla su piccoli tappeti d’archi e smantella le nostre resistenze emotive.
Una malinconia dolce e gentile che prosegue nelle altre 11 tracce, che scorrono via leggere raccontando le diverse sfaccettature dell’amore (e non solo). Dalle problematiche matrimoniali di “Another Way”, alla complessità dell’innamorarsi del proprio migliore amico/a di ” Burn That Bridge”.

La densità musicale aumenta con “Truck Full Of Money”, i cui slanci a tratti rock che si spengono nella quiete successiva di “Our Friend Bobby”, dove si ritorna all’origine primordiale della poetica e della sonorità di Woods.

E si prosegue in un susseguirsi di filosofiche confessioni di sentimento e vita vissuta, tra il tocco folk di ” I Live A Little Lie” e il sound Eighties del synth di “Easy Street”, il banjo di “I Don’t Belong To You” fino ad atterrare nell’ultima splendida “Next Year”.

Donovan canta e ci trascina nel Canada verde e riflessivo, silenzioso ma pieno di parole ed emozioni. Fosse nato in America, sarebbe una superstar del cantautorato (non vogliamo scomodare nomi come Bruce Springsteen delle origini, Cohen, o Sufjan Stevens ma, ecco, si potrebbe tranquillamente fare).
Ma non è quello che cerca, e ce ne innamoriamo ogni disco di più anche per quello.

“Both Ways” è un inno a un cantautorato sempreverde, immaginifico e magnificente nella sua piccolezza. Una galleria di piccoli e preziosi quadri, onesti e magnificamente illuminati.

Tracklist
1. Good Lover
2. Another Way
3. Burn That Bridge
4. Truck Full of Money
5. Our Friend Bobby
6. I Ain't Ever Loved No One
7. I Live a Little Lie
8. Easy Street
9. I Don't Belong to You
10. Read About Memory
11. Great Escape
12. Next Year
 
 

Maggie Rogers – Heard It in a ...

No, “Heard It in a Past Life” non è il primo album di Maggie Rogers. È, tuttavia, il primo a non essere concepito e registrato in un ...

Gianni Maroccolo – Alone ...

Gianni Maroccolo fa parte di una generazione tra le più intraprendenti, musicalmente, in Italia. La sua biografia parla da sé, dai Litfiba ...

Officine Bukowski – Il primo ...

E’ strano. E’ strano come “Il primo giorno d’inverno” possa portare con sé la freschezza di un temporale ...

The Twilight Sad – It Won/t ...

I The Twilight Sad tornano a quattro anni di distanza da “Nobody Wants To Be Here And Nobody Wants To Leave”, album esaltato dalla ...

Toro Y Moi – Outer Space

Quando si arriva al sesto album è necessario rischiare e avventurarsi in generi non ancora esplorati o è meglio rimanere nell’ormai ...