MELVINS
Pinkus Abortion Technician

[ Ipecac Recordings – 2018 ]
6
 
Genere: Alternative Rock, Southern Rock
 
14 Maggio 2018
 

Oramai si sa che i Melvins, la maggior parte delle volte,  sfornano un album all’anno: alcuni sono davvero dei buoni lavori, come ad esempio “Hold It In”, altri sgradevoli, come “Pinkus Abortion Technician” di cui oggi parlerò.

Forse è esagerato dire sgradevole, è vero, però non è neanche “sto granché” rispetto a molti altri album fatti da loro. Lavoro che vede la presenza di quel Pinkus che nei Butthole Surfers suonava il basso (ecco che già il titolo ci appare più chiaro). Già la prima traccia non mi convince: “Moving to Florida”, è la cover proprio dei BS (mentori, bene o male, di questo album) ma non riesce ancora ad attirare la mia attenzione in pieno. Un altro brano che non ho apprezzato è “Don’t Forget to Breathe”, troppo lunga e ripetitiva. Ecco, al di là di follie e passaggi deliranti che ogni tanto fanno capolino, la ripetitività la si può trovare in tutta l’opera e ed è la cosa peggiore che un album possa offrire.

Una delle poche canzoni che ho apprezzato è sicuramente “Flamboyant Duck” , in cui si cambia un po’ registro. Una cosa che odio con tutto il cuore sono le cover negli album, è un problema mio, lo so, ma non posso farci nulla. Sta di fatto che qui ce ne sono ben tre, “Moving To Florida” e “Graveyard” dei Butthole Surfer, e questi sono veri e propri tributi, ok, ma c’è perfino una canzone dei Beatles, ovvero “I Want To Hold Your Hand”, probabilmente sono io che mi faccio problemi inutili, ma qual’e l’utilità di ciò? Qui sembra proprio che lo abbiano fatto per riempire un buco, nulla di più.

Per il resto questo album non mi ha soddisfatto molto. Certo i nostri lavorano sodo sul ritmo, ok, ma, ripeto, sperimentazione e cambi di registro, pur non mancando, non mi paiono tali da uscire da un circolo di ripetitività che coinvolge il disco: stavolta la scintilla giusta si accende solo raramente.

Tracklist
1. Stop Moving to Florida
2. Embrance the Rub
3. Don't Forget to Breathe
4. Flamboyant Dunk
5. Break Bread
6. I Want To Hold Your Hand
7. Prenup Butter
8. Graveyard
 
 

Subsonica – Microchip ...

di Cassandra Enriquez Ci eravamo quasi abituati a questa assenza dei Subsonica, da sempre iper produttivi e onnipresenti, ma da quattro anni ...

Bombay Bicycle Club – ...

Far parte di una band non è poi così diverso dall’avere una storia d’amore. Di quelle forti, fatte di passione, condivisione e, a ...

Joe D. Palma – Tutto Ok.

di Cassandra Enriquez Dopo l’EP di debutto nel 2017, due anni di tour in giro per l’Italia, condendo il tutto con aperture per Frah ...

Klippa Kloppa – Liberty

Attivi da tantissimi anni (il loro primo album ufficiale, targato Snowdonia, risale al 2003), i campani Klippa Kloppa nel loro lungo ...

Longwave- If We Ever Live Forever

Bisogna fare un piccolo sforzo, spremerci un pochino le meningi per ricordarci dei Longwave. Il loro ultimo album “‘Secrets Are ...