ADRIAN TEACHER AND THE SUBS
Anxious Love

[ Autoproduzione - 2018 ]
7
 
Genere: Indie, Jangle Punk, Garage Rock
 
di
13 giugno 2018
 

A due anni di distanza dal (più che valido) precedente LP “Terminal City”, Adrian Teacher and The Subs tornano con questo “Anxious Love”, un album di assoluta dolcezza seppur gravitante intorno ad un tema difficile e struggente come quello della malattia ( il cancro, in questo caso).

19 minuti circa che i ragazzi di Vancouver riempiono talentuosi e disinvolti, atmosfere punk si fondono con melodie bubblegum con naturalezza ed eleganza, in cui non è difficile riconoscere influenze che spaziano dai Television, ai Belle and Sebastian fino agli Hooton Tennis Club.

“Anxious Love” è un lavoro di delicata scrittura da parte dello stesso Adrian Teacher, di indiscutibile capacità e vividezza che va a sposarsi con chitarre sporche e riff garage, tra pop-punk lo-fi e deviazioni funky: un piccolo gioiellino che non può passare inascoltato, un respiro a pieni polmoni di autenticità, semplicità e gentilezza. Opere del genere fanno bene alle orecchie ma soprattutto al cuore.

Tracklist
1. Hello Everyone
2. Anxious Love
3. Modern Art
4. Slogging Away
5. He Found Beauty and Goodness Everywhere and in Everyone
6. Pop Medicine
7. Cruis'n USA
8. So Choked
9. Can't Fight Love
 
 

Whenyoung – Reasons to Dream

Limerick è una cittadina situata alla foce del fiume Shannon nell’Irlanda sud-occidentale. È storicamente formata da due ...

SOAK – Grim Town

Sono passati quasi quattro anni da “Before You Forgot How To Dream”, l’ottimo debutto di Soak, ma alla fine di aprile, via Rough Trade ...

Dinosaur Pile-Up – Celebrity ...

Nel mondo del rock dei giorni d’oggi, se non cerchi nuove traiettorie, sentieri sonori inesplorati, porti con te l’esperienza di ...

Silversun Pickups – ...

Cinque anni di assenza discografica avranno scalfito la verve dei Silversun Pickups? Archiviato il periodo “Neck Of The Woods” – ...

Noel Gallagher’s High Flying ...

La Wibbling Rivalry, seppure a distanza, tra i fratelli Gallagher procede senza soluzione di continuità. E sembra quasi interessare più ...