JO PASSED
Their Prime

[ Sub Pop - 2018 ]
7.5
 
Genere: Alternative indie rock
 
18 giugno 2018
 

Dal Canada arrivano i Joe Passed con il loro album d’esordio “Their Prime”, anticipato dall’ottimo singolo “MDM”.

L’album non delude le aspettative e ci regala una serie di brani interessanti, ed un sound carico di influenze di un passato più o meno recente. La band ci consegna un lavoro dove, chitarre elettrizzanti e spiazzanti, fanno da tessuto a melodie pop cantate dal leader Jo Hirabayashi in modo quasi asettico, non lasciando nulla al trasporto emozionale.

Quello che potrebbe sembrare un elemento penalizzante, in realtà diventa uno dei punti di forza dell’intero lavoro, che risulta essere fresco, interessante ed immediato.

L’album si apre con il sognante brano “Left” ed è seguito da “MDM”’ che carico di energia, ci regala una chitarra e un basso protagonisti assoluti. Da segnalare “Glass”, con la sua linea melodica semplice, valorizzata da una chitarra che ricorda i Devo dei primi anni, insieme a “Repair” e “R.I.P” nei quali invece i Jo Passed dimostrano  influenze più attuali. Jo Hirabayashi è un leader ambizioso e attento, come dimostra in “Millennial Trash Blues”, brano che svela, ad ogni nuovo ascolto, nuovi percorsi da esplorare.

La band, per quanto al primo album, dimostra una notevole sicurezza, lasciando all’ascoltatore una sensazione di maturità stilistica e di grande potenzialità creativa.

Se a tratti ci sembra di piombare in un album di Syd Barrett, o in altri si viene cullati da un’armonia rassicurante, immediatamente dopo la tranquillità viene improvvisamente distrutta da chitarre e percussioni spiazzanti e inaspettate. L’album si chiude con “Places Please” che dimostra come Jo Hirabayashi sappia scrivere canzoni di ottimo livello, con un arrangiamento ricercato e convincente.

Sebbene la voce di Jo Hirabayashi, al primo ascolto, possa disturbare per la sua mancanza assoluta di interpretazione e la sensazione di distacco dal brano in realtà, riesce a dare all’intero lavoro uno stile preciso e riconoscibile, finendo per dare  ai brani la giusta atmosfera.

L’album dei Jo Passed è sicuramente un esordio che impressiona per idee, per maturità stilistica e per cultura musicale, consegnandoci una band ambiziosa da tenere in considerazione per gli anni a venire.

Tracklist
1. Left
2. MDM
3. Glass
4. Undemo
5. Facetook
6. Repair
7. R.I.P.
8. Millennial Trash Blues
9. You, Prime
10. Sold
11. Another Nowhere
12. Places Please
 
 

Paul Simon – In The Blue ...

Paul Simon fa senza dubbio parte della storia della musica, e non necessita di presentazioni poiché, chiunque si sia minimamente ...

Waxahatchee – Great Thunder

E’ uno sguardo di sfida quello che lancia Katie Crutchfield dalla copertina di “Great Thunder”, un EP che arriva ad appena un anno di ...

?Alos – The Chaos Awakening

?Alos è il nome del progetto solista di Stefania Pedretti, musicista e performer sperimentale nota soprattutto per le ottime cose fatte ...

Dilly Dally – Heaven

Sarà davvero valido il motto della cara Belinda Carlisle, che a suo tempo ci invitava a credere “Heaven is a place on earth”? ...

Paul McCartney – Egypt ...

Basta leggere il nome sulla copertina per inginocchiarsi e chiedere umilmente perdono per i propri peccati ! Rialzati ? ...