WILDER MAKER
Zion

[ Northern Spy - 2018 ]
6
 
Genere: Alt-folk, Americana, Songwriting
 
di
25 luglio 2018
 

E’ una buona produzione quella della band di Brooklyn capitanata dal cantante, songwriter e polistrumentista Gabriel Birnbaum.

Uno spaccato sulla vita vissuta rasoterra, lontana dalle luci e dalla altezze della City, musicalmente variegato tra arpeggi e riff antalgici di chitarra elettrica, sfumature soul e folk e sonorità ora psych, ora distorte, ora quasi sedative; il tutto impreziosito dalla voce emozionale, brillante e melanconica di Katie Von Schleicher, che si erge a protagonista in pezzi dall’aria più pesante ed intensi come “Drunk Driver” o comprimari a in quelli più energetici come la “Closer To God” che apre il disco.

Un prodotto dalle gradazioni misurate e calde, che non rischierà di scottarvi. Alla ricerca di una “posto sicuro” come la Zion che dà il titolo all’album, dategli una possibilità in un momento di relax da notte d’estate.

Tracklist
1. Closer To God
2. Impossible Summer
3. Women Dancing Immortal
4. Drunk Driver
5. Gonna Get My Money
6. Multiplied
7. Cocaine Man
 
 

Ride – This Is Not A Safe ...

Ricordo nitidamente di aver letto (altrove, ça va sans dire) un paio d’anni fa una recensione, composita nel lessico quanto scevra ...

Mannequin Pussy – Patience

Certe band vogliono solo veder bruciare il mondo. I Mannequin Pussy, per il momento, si accontentano di osservare compiaciuti il bel ...

Russian Circles – Blood Year

Una chitarra, un basso, una batteria, zero parole. Ai Russian Circles bastano pochissimi elementi per dar forma a un suono sì compatto e ...

Ra Ra Riot – Superbloom

Quinto album per gli eclettici Ra Ra Riot, primo dopo il divorzio dalla storica etichetta Barsuk. Una separazione che non sembra aver ...

PAWS – Your Church On My ...

Il loro terzo album, “No Grace” (2016), era stato prodotto da Mark Hoppus dei Blink 182 e li aveva portati su territori punk-pop: dopo ...