UNDERWORLD & IGGY POP
Teatime Dub Encounters

[ Caroline International - 2018 ]
8
 
Genere: Elettronica, Rock Elettronico
 
di
30 luglio 2018
 

Vedere accostati i nomi Underlworld e Iggy Pop fa venire subito in mente l’OST del film “Trainspotting”, regia Danny Boyle ed uscito nel 1996, che rappresentò per i primi una vetta di diffusione altissima con “Born Slippy”, per il secondo una rivalutazione clamorosa del pezzo “Lust for Life”, originariamente uscito nel 1977.

Metti allora che, a 22 anni di distanza, a Rick Smith degli Underworld venga chiesto di lavorare per la colonna sonora del sequel “T2 Trainspotting”  e che nello stesso hotel di Londra dove questi aveva allestito una camera/studio di registrazione, incontri lo stesso Iggy Pop: da lì, come da perfetta tradizione londinese, un tè insieme e l’idea di buttare giù qualcosa, che poi diventerà questo EP di 4 tracce “Tea Time Dub Encounters”.

Ed il risultato, è da leccarsi i baffi.

“Bells & Circles” con la sua base techno-trance e la batteria dal groove rettilineo fa da sfondo al parlato dell’Iguana Pop che racconta, in uno stato di apparente scarsa lucidità, come era bello fumare sugli aerei di linea, tra strisce di cocaina ed approcci alle hostess; in “Trapped” invece i ritmi si fanno più claustrofobici e serrati, incalzanti e d’allarme; in “I’ll See Big” Iggy Pop si trova come a rivedere sue istantanee da giovane, e coglie l’occasione per raccontare della sua vita passata con excursus soprattutto sulle amicizie che si è trovato vicine col passare del tempo, il tutto in atmosfera più ovattata e lounge; per chiudere, “Get Your Shirt” è un vero e proprio pezzo dai beat elettro dance-rock puri ed argentini, con tanto di coro femminile etereo e sensuale in sottofondo.

Attenzione, quindi: l’ora del tè, se si incontrano Underworld ed Iggy Pop, può avere risultati sfavillanti come questo EP, un vero proprio “High Tea”, dal costume e gusto squisitamente british.

 

Tracklist
1. Bells & Circles
2. Trapped
3. I’ll See Big
4. Get Your Shirt
 
 

MONO – Nowhere Now Here

Voglio subito mettere in chiaro una cosa: credo che “Nowhere Now Here” sia un buon disco. Ha tutte le caratteristiche necessarie per ...

Jessica Pratt – Quiet Signs

Sono passati già quattro anni dal suo secondo LP, “On Your Own Love Again”, ma questo weekend Jessica Pratt ritorna finalmente con ...

Said The Whale – Cascadia

“Cascadia”, il sesto album dei Said The Whale uscito a febbraio per Arts & Crafts, è un disco facile e puro. Facile nel ...

Bob Mould – Sunshine Rock

“Sunshine Rock” è uno splendido modo per celebrare il decennio più impegnativo della mia carriera” ha detto Bob Mould presentando il ...

Wilderness – I’m Not ...

E se la next big thing dell’indie rock venisse dalla provincia di Frosinone? Nel momento in cui scrivo i Wilderness contano appena ...