REMEMBER SPORTS
Slow Buzz

[ Father / Daughter - 2018 ]
6.5
 
Genere: indie-pop,punk-pop
 
22 Agosto 2018
 

Dopo aver pubblicato, alla fine di ottobre del 2015, “All Of Something”, sotto il nome di Sports, la band di stanza a Philadelphia, che nel frattempo aveva cambiato il nome in Remember Sports, si era trasferita dall’Ohio alla Pennsylvania e aveva aggiunto un nuovo batterista (Connor Perry), ha realizzato lo scorso maggio questo suo nuovo lavoro sulla lunga distanza.

Uscito per la Father / Daughter Records, questo LP è stato registrato e mixato dal produttore Evan M. Marré (Russel The Leaf), tra Valatie, NY e Philadelphia.

Sebbene questo album parli della fine di una relazione sentimentale della frontwoman e chitarrista Carmen Perry, con le conseguenti emozioni dolorose che si possono provare in queste occasioni, nell’intimo racconto della musicista statunitense possiamo trovare sia la celebrazione della felicità che dà l’amicizia, sia il dolore che si prova a dover superare momenti così difficili: la gioia e la malinconia fanno, quindi, entrambe parte di “Slow Buzz”.
A livello sonoro, invece, i Remember Sports, hanno potuto sperimentare maggiormente e aumentare la qualità della produzione e, di conseguenza, il sound risulta più nitido e chiaro, senza perdere nulla rispetto ai lavori precedenti del loro ottimo aspetto melodico.

“Otherwise” apre il disco con una novità, i synth: dopo un’introduzione calma, i Rembember Sports, però, non nascondono il loro fuzzy indie-punk-pop divertente, sebbene i testi siano comunque crudi e reali.

Se la successiva “Up From Below” ha tutti gli ingredienti di una canzone indie-pop (chitarre, basso, batteria, ritmo elevato e melodie irresistibili), altri brani come “Temporary Tatoo” sanno invece presentare due facce della band statunitense all’interno di una stessa canzone: una fuzzy e scatenata e un’altra, invece, più tranquilla, dolce e riflessiva che, però, sembrano tranquillamente poter convivere.

Trentacinque minuti più che gradevoli, che ci fanno sì ballare, saltare, divertire, ma sono anche capaci di donarci spunti per pensare e riflettere. Sarà interessante capire quale sarà il prossimo passo per i Remember Sports.

Tracklist
1. Otherwise
2. Up From Below
3. You Can Have Alonetime When You’re Dead
4. Dripping
5. Calling Out
6. Nothing’s Coming Out
7. The 1 Bad Man
8. Temporary Tattoo
9. Pull Through
10. No Going Back
11. Making It Right
12. Unwell
 
 

Greg Dulli – Random Desire

E’ raro fare qualcosa per la prima volta, dopo trent’anni di onorata carriera. Succede a Greg Dulli (Afghan Whigs, The Twilight Singers) ...

Beach Bunny – Honeymoon

Attesissimo (dal sottoscritto) l’esordio sulla lunga distanza della band di Lili Trifilio non possiamo dire che deluda, ma non riesce ...

Oh Wonder – No One Else Can ...

Avevo riposto delle discrete aspettative su questo nuovo lavoro del duo londinese, gran parte delle quali però disattese. Dispiace, perché ...

The Men – Mercy

Incredibile ma vero, i The Men sono riusciti a registrare ben tre dischi di fila con la stessa formazione. “Mercy” è l’ottavo album ...

Mariana Semkina – ...

Primo album solista per Marjana Semkina, voce degli iamthemorning (sempre lei nonostante lo spelling diverso del nome a lettere gotiche in ...