OUR GIRL
Stranger Today

[ Cannibal Hymns ‎- 2018 ]
8
 
Genere: indie-rock
Tags:
 
24 Agosto 2018
 

Da una parte “Le chitarre nel rock sono morte”, dall’altra “il 2018 è l’anno delle fanciulle con le chitarre”. Il mondo adesso va così. A mettere su punti alla seconda affermazione ci pensa Soph Nathan, che già conosciamo per essere la chitarrista delle divine Big Moon, che, assieme a Josh Tyler e Lauren Wilson, da vita a uno dei dischi di guitar-rock più intensi e trascinanti dell’anno.

Le premesse che saremmo andati incontro a qualcosa di ottimo si erano già intraviste dai singoli apripista e notare che tutto è stato confermato, beh, è ovviamente una gran bella soddisfazione per chi voleva un disco che sapesse unire una forte carica introspettiva nei testi a bordate chitarristiche rumorose (decisamente anni ’90) che sapessero fare da contorno a melodie incisive.

Fuzzy guitar che sanno dispensare, con mirabile equilibrio, la dolcezza e il rumore, l’oscurità e spiragli accecanti, il trattenere il fiato e l’esplosione in un urlo stordente. Pochissimi i punti di contatto con Big Moon, forse ritrovabili nella prima parte (magnifica e scarna) del brano “Level”, che potrebbe appartnenere al repertorio di Sleeper oscuri e malinconici. Per il resto l’album è a tratti rabbioso e graffiante, con muri chitarristici imponenti e corposi  a tal punto che l’ascoltatore stesso, per rimprendere fiato, abbraccia con trasporto, in quel saliscendi emozionale che caratterizza un po’ la nostra quotidianità, anche i momenti intimi e contenuti, che lo avvicinano ancora di più alla sensibilità musicale fatta di forte/piano di Soph (“Two Life” e sopratutto la conclusiva “Boring” sono brani emblematici in questo senso).

Momenti da brivido? Molti. Ma quell’accelerazione finale di “In My Head” è davvero micidiale.

Soph Nathan è artista raffinatissima: il suo mondo pulsa forte e intenso e, trasportandolo in musica, c’invita a toccarlo con mano. Fatelo, l’esperienza sarà meravigliosa.

 

Tracklist
1. Our Girl
2. Being Around
3. In My Head
4. I Really Like It
5. Josephine
6. Two Life
7. Level
8. Sub Rosa
9. I Wish It Was Sunday
10. Heat
11. Boring
 
 

Greet Death – New Hell

Quest’anno Babbo Natale ha dovuto risvegliare in anticipo di oltre un mese le sue amate renne per portarci in dono il nuovo lavoro degli ...

Due – Due

Avevamo già apprezzato il disco d’esordio di Luca Lezziero, così scarno, acustico ed evocativo, alla ricerca di un linguaggio ...

Il Buio – La città appesa

Sei anni dopo il debutto intitolato “L’oceano quieto”, Il Buio riemerge dalla provincia vicentina per portarci a fare un giro nel ...

Sean Henry – A Jump From The ...

E’ passato poco più di un anno dall’uscita del suo primo LP, “Fink”, ma Sean Henry il mese scorso ha già pubblicato questo suo ...

William Patrick Corgan – ...

Arriva un po’ come un piccolo regalo a sorpresa questo “Cotillions”, terzo album solista di William Patrick Corgan (per gli amici ...