SU NETFLIX ARRIVA “REMASTERED” DOCU-SERIES SULLA STORIA DELLA MUSICA

 
di
26 settembre 2018
 

Dal 12 ottobre su Netflix arriva “ReMastered ” nuova docu-series sulla storia della musica.

La serie creata da Jeff e Michael Zimbalist andrà in onda per otto episodi, uno al mese, e affronterà vicende note e meno in cui la musica in qualche modo si è intrecciata con la politica.

La CIA coinvolta nella misteriosa sparatoria di Bob Marley, il legame tra Johnny Cash e Richard Nixon, l’attentato che sterminò il gruppo rock The Miami Showband sono solo alcuni degli argomenti trattati in “ReMastered” presentata dai creatori con queste note:
Siamo entusiasti di rilasciare la prima stagione di ReMastered con Netflix. Nel creare una lista di storie investigative sull’impatto della musica sulla società, la nostra speranza è che il pubblico la guardi non solo perché conosce e ama gli artisti, ma anche perché si fida del giornalismo.

Guarda il trailer:

Ecco la lista di tutti gli episodi così descritti dalla nota piattaforma di streaming video:

“Who Shot the Sheriff?” – 12 ottobre
Diretta da: Kief Davidson
La violenta repressione politica delle radici del movimento reggae in Giamaica raccontata attraverso un’indagine sulla politica giamaicana e il coinvolgimento della CIA nella misteriosa sparatoria di Bob Marley.

“Tricky Dick and the Man in Black” – novembre 2018
Regia di: Barbara Kopple e Sara Dosa
Preoccupato dalla crescente influenza del rock-n-roll sui fan liberali, il presidente Nixon invita Johnny Cash alla Casa Bianca per consolidare il genere tradizionalmente più conservatore della musica country. Quello che Cash ha invece fatto è stato sovversivo e ha sorpreso tutti.

“Who Killed Jam Master Jay?” – dicembre 2018
Regia: Brian Oakes
Jam Master Jay è stato ucciso in uno studio di registrazione nel 2002. Nonostante i sei testimoni presenti all’omicidio, nessuno è mai stato condannato.

“Massacre at the Stadium” – gennaio 2019
Regia: BJ Perlmutt
Conosciuto come il Bob Dylan del Cile, Victor Jara era un impavido cantante politico che guidò lo storico movimento popolare Nueva Cancion in Cile durante la dittatura di Pinochet sostenuta dalla CIA. Il regime di Pinochet alla fine avrebbe torturato e ucciso Jara – insieme con altri 3000 – nel National Stadium, per aver scritto una canzone sulle uccisioni. Il funzionario dell’esercito cileno che è stato condannato per aver premuto il grilletto è convinto di poter provare la sua innocenza.

“The Two Killings of Sam Cooke” – febbraio 2019
Regia: Kelly Duane de la Vega
Sam Cooke è stato uno dei più influenti musicisti neri del movimento per i diritti civili e ha avuto un enorme impatto sui diritti dei musicisti neri, frustrando l’establishment bianco. Un’indagine sulle circostanze e le polemiche relative al suo omicidio svela una domanda più profonda: l’industria discografica ha cercato di sopprimere la storia della morte di Cooke?

“The Miami Showband Massacre” – marzo 2019
Regia di: Stuart Sender
Nel 1974, mentre tornavano a casa da un concerto, il gruppo rock apolitico, The Miami Showband, cadde nel mirino di un gruppo paramilitare protestante unionista che mise esplosivi sul loro autobus quando fu fermato a un finto checkpoint. Gli esplosivi sono poi detonati prematuramente e il gruppo paramilitare ha mitragliato la band. Ma il bassista Peter Travers è sopravvissuto. Questo film ripercorre gli sforzi di Travers e le recenti scoperte per legare il bombardamento, e i successivi attacchi, agli ordini diretti del governo britannico.

“Devil at the Crossroads” – aprile 2019
Regia: Brian Oakes
La breve e misteriosa vita della leggenda più duratura della musica blues, Robert Johnson. Si diceva che Johnson avesse stretto un patto col diavolo in un incrocio nel Mississippi rurale, e molti credevano che tutto ciò che toccava l’icona del blues fosse maledetto. Questo film esamina le interpretazioni più mondane di questi miti e come potrebbero spiegare la profondità e la bellezza dei successivi musicisti blues che sono stati pesantemente influenzati da Johnson.

“Lion’s Share” – maggio 2019
Regia: Sam Cullman
Questo episodio segue il viaggio del giornalista sudafricano Rian Malan per trovare gli autori originali della leggendaria canzone “The Lion Sleeps Tonight”, che ha incassato oltre 15 milioni di dollari (usata anche da Disney). Malan scopre lo scrittore originale, un sudafricano nero di nome Solomon Linda, la cui famiglia attualmente vive in povertà nelle baraccopoli di Sweto e che, ovviamente, non ha ricevuto un soldo. Il giornalista cercherà di obbligare l’industria discografica a dargli il giusto compenso.

 

Dolor y Gloria

di Kociss Leardini “Dolor y gloria” è il film più autobiografico di Pedro Almodovar. Il protagonista, Salvador Mallo, è un ...

La leader del partito nazionalista ...

Morrissey e il partito nazionalista di destra britannico continuano a lanciarsi evidenti segnali d’amore. La spilletta di “For ...

Ben Ottewell aggiunge due date ...

Sono due le nuove date di Ben Ottewell nel nostro paese. Il leader dei Gomez sarà tra i protagonisti del prossimo Festival delle Colline di ...

The National: “ad un certo ...

“I Am Easy To Find” (leggi la recensione), ultimo disco dei National è uscito ormai da qualche giorno e la band, ancora nel bel ...

Tomberlin – Live @ The Hope ...

“At Weddings”, il primo album di Tomberlin, era già stato realizzato nel 2017 dalla Joyful Noise Recordings, ma nell’estate dello ...