LAUREL
Dogviolet

[Counter Records - 2018]
7
 
Genere: alt-pop,indie-pop
 
29 ottobre 2018
 

In giro già da alcuni anni, Laurel, ventiquattrenne musicista nativa di Southampton, ma ora di base a Londra, ha guadagnato l’attenzione della critica con una manciata di singoli e alcuni EP, tanto che lo scorso anno è stata inserita nella list “13 Artists To Watch” di Vogue.

A fine agosto è arrivato, via Counter Records, questo atteso esordio sulla lunga distanza, autoprodotto e scritto nel suo home-studio, che tra pochi giorni la porterà a suonare anche in Italia (Bologna e Milano).

Il disco si apre con la passionale “Life Worth Living”, che fa arrivare subito in mente un paragone con Florence & The Machine: i fantastici e sinceri cori della opening-track, infatti, non si distanziano molto da quelli della nostra rossa preferita.

“South Coast”, guidata soprattutto dalla sezione ritmica, mette in luce la bella e calda voce della giovane britannica, con le belle armonie in falsetto che sono una vera delizia.

“Adored” è più complessa e adrenalinica, con i vocals della Arnell-Cullen che si adeguano all’intensità strumentale, mentre “Crave” utilizza ottimi e leggeri riff di chitarra, lasciando comunque spazio alla voce di Laurel per lavorare al meglio e mettere in evidenza tutte le sue qualità.

L’album si chiude con la malinconica, ma speranzosa “Recover”: se la strumentazione risulta piuttosto minimale, è ancora una volta la musicista di Southampton, attraverso le sue doti vocali, a riuscire a regalare emozioni importanti all’ascoltatore.

“Dogviolet” è un esordio convincente, gentile, interessante, semplice, ma di buon effetto e capace di colpire con i suoi sentimenti: un inizio positivo per questa giovane inglese.

Tracklist
1. Life Worth Living
2. All Star
3. Same Mistakes
4. South Coast
5. Hold Tight
6. Adored
7. Sun King
8. Crave
9. Lovesick
10. Take It Back
11. Empty Kisses
12. Recover
 
 

Kazu Makino – Adult Baby

Siamo abituati a sentire la voce eterea di Kazu Makino nei Blonde Redhead a fianco dei gemelli Simone e Amedeo Pace, ma ora Kazu ha deciso ...

Frankie Cosmos – Close It ...

Sempre molto prolifica la giovane Greta Kline, titolare del progetto Frankie Cosmos: dopo un anno e mezzo dal precedente “Vessel”, ...

The Futureheads – Powers

Aspetti positivi: i ritorni sono sempre graditi. Specie se le cose che più si ricordano negli ultimi anni circa la band di Sunderland sono ...

Field Mouse – Meaning

I dischi dei Field Mouse sono diventati da qualche anno a questa parte una piacevole consuetudine estiva. Non è rimasto molto di quella ...

Death Cab For Cutie – The ...

I Death Cab For Cutie hanno pubblicato sei EP nella loro ormai lunga carriera. Un buon modo per riunire sotto lo stesso tetto versioni ...