POLYPHIA
New Levels New Devils

[ Equal Vision – 2018 ]
7.5
 
Genere: Hard rock, metal
Tags:
 
5 novembre 2018
 

I Polyphia vengono da Dallas (Texas) e hanno iniziato giovanissimi con un EP (“Inspire”) dove mettevano in mostra una tecnica e un’abilità compositiva ben superiore alla loro età in brani che erano e ancora sono in buona parte strumentali. Assoli grintosi, riff brucianti e un’intesa quasi perfetta tra i chitarristi Timothy Henson e Scott LePage, punti fermi in una line up dove si sono alternati musicisti di gran talento, hanno fatto diventare i Polyphia uno dei gruppi di punta di quella scena molto americana in bilico tra metal e prog che ha partorito gruppi come Chon, Covet, All Shall Perish.

Le influenze dei Polyphia però vanno oltre i confini del metal così ben omaggiato nell’ottimo album d’esordio “Muse”. Già col secondo disco “Renaissance” i ragazzi di Dallas avevano fatto capire di che pasta erano fatti, sperimentando con ritmi sincopati ispirati all’ascolto di hip hop, trap e EDM. Un modo per differenziarsi e abbattere confini musicali all’insegna della contaminazione che caratterizza anche “New Levels New Devils”. A Henson e LePage si sono aggiunti nel tempo il bassista Clay Gober e il batterista Clay Aeschliman rendendo ancora più complesso il sound dei Polyphia che ora non è solo fatto di riff killer (quelli di “Saucy” “Bad” o “O.D.” ad esempio) ma anche di tanta melodia.

Ci sono momenti quasi pop in questo terzo album come “So Strange” insieme al genietto del sintetizzatore sperimentale Cuco o “Rich Kids” con Yvette Young. “New Levels New Devils” è un disco moderno e i Polyphia sono il presente e anche il futuro del metal virtuoso che sa reinventare se stesso, senza paura di osare.

Tracklist
1. Nasty
2. O.D.
3. Death Note
4. Bad
5. Drown
6. Saucy
7. Yas
8. So Strange
9. Rich Kids
10. G.O.A.T.
 
 

Death Cab For Cutie – The ...

I Death Cab For Cutie hanno pubblicato sei EP nella loro ormai lunga carriera. Un buon modo per riunire sotto lo stesso tetto versioni ...

Clairo – Immunity

Clairo è un altro tassello che è parte di una wave di nuove viralità e innovative forme artistiche che vanno oltre i singoli e la musica ...

Ezra Furman – Twelve Nudes

A distanza di un anno e mezzo dal precedente ottimo lavoro “Transangelic Exodus”  ritorna Ezra Furman, e lo fa con un album diverso, ...

The S.L.P. – The S.L.P.

“Mi sento come avessi visto la Terra dallo spazio”, dice il buon Pizzorno, deus ex machina dei Kasabian alla sua prima ...

Thee Oh Sees – Face Stabber

Prima di partire per questa recensione vi consiglio caldamente di leggere quelle dei loro album precedenti “Smote Reverse” e ...