BLACKKKLANSMAN

 
 
di
20 novembre 2018
 

Applaudito da molti come l’ultimo capolavoro di un ritrovato Spike Lee, non è l’opera d’arte che si legge in giro, ma senza dubbio un ritorno in gran forma per il regista americano.
Ispirata a fatti incredibili ma veri (un detective afroamericano che negli anni ’70 riuscì ad iscriversi al KKK), la sceneggiatura di Blackklansman è scoppiettante, avvince e diverte, senza tralasciare di innescare riflessioni amare sul razzismo che siamo troppo spesso abituati a tollerare e sottovalutare.

Ancora più riuscito di quello in fase di scrittura è il lavoro sul piano estetico. Tutti i personaggi di colore trasudano coolness da ogni poro, mentre i razzisti sono sudati, grassi e assolutamente idioti. Si tratta certamente di un espediente visuale molto semplice, ma che funziona molto bene, specie grazie a una fotografia vintage e a dei costumi curatissimi.

Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Anno: 2018
Durata: 135 min
Genere: biografico, commedia, drammatico, thriller, giallo, poliziesco
Regia: Spike Lee
Soggetto: dal libro di Ron Stallworth
Sceneggiatura. Spike Lee, David Rabinowitz, Charlie Wachtel, Kevin Willmott
Produttore: Jason Blum, Spike Lee, Raymond Mansfield, Sean McKittrick, Jordan Peele, Shaun Redick
Casa di produzione: Blumhouse Productions, Monkeypaw Productions, Perfect World Pictures, QC Entertainment
Fotografia: Chayse Irvin
Montaggio: Barry Alexander Brown
Musiche: Terence Blanchard

Interpreti e personaggi
John David Washington: detective Ron Stallworth
Adam Driver: detective Flip Zimmerman
Laura Harrier: Patrice Dumas
Topher Grace: David Duke
Jasper Pääkkönen: Felix Kendrickson
Ryan Eggold: Walter Breachway
 

Hotel Gagarin

Metà commedia acida, magari un po’ ingenua, e arrabbiata con le istituzionacce italiane e il gioco sporco coi fondi europei, metà ...

ReMastered: Devil at the Crossroads

La leggenda narra che Robert Johnson abbia venduto, in un polveroso incrocio, sperduto tra le campagne del Mississippi, la propria anima al ...

Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan ...

1975. Nell’anno dei festeggiamenti per il bicentenario, l’America si presenta profondamente delusa e divisa: Saigon è caduta e gli ...

I morti non muoiono

Iggy Pop e Tom Waits si incontrano nel bar di “Coffee And Cigarettes”. Tra una sorsata e un tiro, uno dei due borbotta: ...

Oggi “Rocky 2” di ...

15 giugno 1979, la saga ha davvero inizio. Il primo Rocky del 1976 era stato una semplice dimostrazione di caparbietà e di fiducia in se ...