THE MEN
Hated 2008 -2011

[ Sacred Bones – 2018 ]
6.5
 
Genere: Post punk
 
26 novembre 2018
 

Non si fermano proprio mai, i The Men. Visto l’invidiabile numero di album pubblicati dalla band di New York (sette in otto anni) sembrava impossibile che avessero tenuto qualcosa da parte, che anche solo un riff o un giro di basso fosse sfuggito senza essere documentato e condiviso. Invece la Sacred Bones, appena qualche mese dopo l’uscita di “Drift” lo scorso marzo, è riuscita a compilare con pazienza certosina questa raccolta di ben diciassette brani recuperati un po’ ovunque: singoli, 7”, EP, demo di varia forma e natura, furiose versioni live, cover (i Devo di “Gates Of Steel”, “Walking Out on Love” dei The Beat) e inediti.

“Hated 2008-2011” esce in doppio vinile a tiratura limitata (400 copie numerate) e fortunatamente anche in versione digitale. Un viaggio alla scoperta dei primi anni di vita di una band in costante evoluzione, capace di fondere punk, post punk, noise e hardcore, testi sferzanti e tensione costante. Quelli che ritroviamo in “Hated” sono dei The Men meno capelloni e molto, molto arrabbiati. Al basso e alla voce c’è ancora il minaccioso Chris Hansell e i ragazzacci di Brooklyn sono una macchina da guerra rumorosa e sfrenata come dimostrano “Saucy” o “Digital Age”.

Alcuni brani di “Hated” facevano parte del famigerato, introvabile EP d’esordio dei The Men chiamato “We Are the Men”, uscito nel 2009 in sole trentadue copie dipinte a mano. Questa è la band che avrebbe registrato “Immaculada” nel 2010, “Leave Home” nel 2011 e “Open Your Heart” l’anno dopo e che poi, dopo diversi cambi di formazione, avrebbe sperimentato col country e col pop in “New Moon” svolta testimoniata da canzoni come “Cowboy Song”, “Free Sitar” o “California”.

“Hated 2008 – 2011” vale la spesa nonostante la qualità audio spesso non eccelsa? Si, anche solo in versione digitale, per chi è curioso di conoscere meglio il complicato mondo musicale dei The Men.

Tracklist
1.Twist the Knife
2. Hated
3. Free Sitar
4. Gates of Steel
5. Ailment
6. Digital Age
7. Control Loop
8. Think (7" Version)
9. Impish
10. Walking Out on Love
11. Saucy
12. Somebody's Watching Me
13. Love Revolution
14. Captain Ahab
15. Cowboy Song
16. California
17. Wasted
 
 

Andy Burrows & Matt Haig ...

Sono passati ormai cinque anni dal suo ultimo album, “Fall Together Again”, ma questo weekend Andy Burrows è ritornato con il suo ...

C’Mon Tigre – Racines

Le radici per la propria terra, l’inclinazione al viaggio. Due concetti apparentemente in antitesi, ma chi è nato sul mare non potrà ...

Le Butcherettes – Bi / Mental

Sono passati più di tre anni da “A Raw Youth” e visti i tempi che corrono non poteva mancare un nuovo album di Le Butcherettes. Dopo ...

Guided by Voices – Zeppelin ...

Nuovo album per la band di Robert Pollard, da sempre leader dei Guided by Voices, band di cui abbiamo notizie sin dal lontano 1983. Dopo due ...

Ian Brown – Ripples

“Don’t be sad it’s over, be happy that it happened”. Così chiosava King Monkey, al secolo Ian George Brown, dopo ...