SEA PINKS
Rockpool Blue

[ CF Records - 2018 ]
6.5
 
Genere: indie-pop,surf-pop,post-punk
 
30 novembre 2018
 

Registrato in appena quattro giorni insieme al sound engineer Ben McAuley agli Start Together Studios di Belfast, “Rockpool Blue” è il settimo album per i Sea Pinks e il primo dopo la partenza del bassista Steven Henry.

Uscito a fine settembre per la CF Records, l’etichetta del frontman e chitarrista Neil Brogan, il nuovo disco arriva a meno di un anno e mezzo dal precedente, “Watercourse”.

Nati nel lontano 2010 come il progetto del musicista nordirlandese, allora componente anche dei Girls Names, i Sea Pinks si sono trasformati nel corso degli anni in un gruppo vero e proprio, con il batterista Davey Agney e la new entry Gary Cummins che completano l’attuale line-up.

Mentre a livello sonoro ci troviamo su territori surf-pop e indie-pop, tematicamente questo nuovo LP parla “della pressione di prendere le responsabilità di un adulto, mentre ti senti ancora un ragazzo e dell’inaspettata gioia che abbracciare ciò ti puo’ portare.”

Se l’apertura, con il singolo “Watermelon Sugar (Alcohol)” ci porta su quei territori chitarristici e melodici del surf-pop, conditi da una leggera vena malinconica, che tanto ci piacciono, la successiva “Rockpool Blue” sembra essere più severa e cupa con la direzione che si spinge verso il post-punk, ma senza ugualmente dimenticare qualche chitarra jangly e una leggera pennellata di colori.

“Dumb Angel” trova più di un’influenza nell’alt-rock a stelle e strisce, mentre “Grown Up Kids”, dal ritmo deciso, non nasconde il suo tono dolce-amaro, nonostante i bellissimi coretti che ne impreziosiscono il valore.

Fondamentalmente dall’anima pop, “Rockpool Blue” è un disco che, senza nascondere le sue influenze e senza magari cercare chissà quale innovazione, ci regala una mezz’oretta piacevole e ci grazia con le sue notevoli qualità melodiche.

Tracklist
1. Watermelon Sugar (Alcohol)
2. Rockpool Blue
3. Bioluminescence
4. Dumb Angel
5. Grown Up kids
6. A Man In My Condition
7. Versions Of You
8. The Apple
 
 

Jacco Gardner – Somnium

Avevamo conosciuto Jacco Gardner grazie ai suoi due precedenti lavori che si erano rivelati molto interessanti. Alcuni lo avevano paragonato ...

Bill Ryder-Jones – Yawn

Il giorno dell’uscita del suo nuovo disco, Bill Ryder-Jones ha pubblicato un messaggio su Instagram che diceva “non sono stupido, mi ...

Space Aliens From Outer Space ...

Parlare di band italiane che fanno progressive oggi è difficile, per un motivo abbastanza semplice, non esiste un effettivo mercato, certo ...

Porcupine – What You’ve ...

Fan degli Hüsker Dü, gioite: Greg Norton è tornato a farsi vivo. Il bassista con i baffi a manubrio più famosi dell’alternative rock ...

Giardini di Mirò – Different ...

Tornano a farsi sentire anche i Giardini di Mirò, “Different Times” arriva dopo ben 4 anni da “Rapsodia Satanica” ...