ANGELO DE AUGUSTINE
Tomb

[Asthmatic Kitty - 2019]
8
 
Genere: indie-folk,acoustic-folk
 
30 Gennaio 2019
 

A distanza di meno di un anno e mezzo dal suo sophomore, “Swim Inside The Moon”, Angelo De Augustine è tornato con questo suo nuovo LP, pubblicato digitalmente la scorsa settimana dalla Asthmatic Kitty Records di Sufjan Stevens (la release fisica, invece, avverrà venerdì prossimo, 25 gennaio).

Scritto in meno di una settimana poco prima del Natale del 2017, il disco (il primo studio album per il musicista losangelino) è stato poi registrato due mesi dopo ai Reservoir Studios di New York City insieme a Thomas Bartlett (Sufjan Stevens, St. Vincent, Glen Hansard, Rhye) in appena cinque giorni.

Le forti emozioni caratterizzano questo terzo album del californiano: molto intenso e personale, racconta in maniera assolutamente delicata e raffinata le pesanti esperienze di Angelo, conseguenze della fine di una relazione sentimentale, con tanti ricordi che dipingono la tristezza e la malinconia delle dodici canzoni presenti su “Tomb”.

Il titolo dell’album non è certo confortante, ma anche grazie all’aiuto di Bartlett, De Augustine ha saputo progredire, uscire dalla sua cameretta, avere più fiducia nei suoi mezzi e creare atmosfere fiorenti, sebbene la sua musica rimanga sempre personale, delicata e, per certi versi, semplice

L’apertura con la title-track, “Tomb”, che a noi ricorda un po’ il primo Bon Iver, gioca tra la voce e la chitarra, regalando sensazioni di intimità difficili da trovare altrove.

Molto elegante “Tide” che ci porta quella sensazione del mare calmo di notte, che sembra voler dormire per non essere differente dall’uomo; la bellissima “Bird Has Flown” presenta interessanti archi che, insieme al falsetto di Angelo, sanno darci grandi emozioni, mentre “Somewhere Far Away”, attraverso il sapiente uso di leggeri synth, si muove su territori ambient molto riflessivi.

“Tomb” è un disco meditativo, gentile, sensibile, raffinato e capace di colpire il cuore di chi ascolta: nonostante i temi duri e toccanti presentati dalle sue canzoni, questo album è una nota veramente positiva per l’inizio di 2019.

Photo Credit: Jess Collins

Tracklist
1. Tomb
2. All To The Wind
3. You Needed Love, I Needed You
4. I Could Be Wrong
5. Tide
6. Kaitlin
7. Time
8. Somewhere Far Away
9. Wanderer
10. A Good Man's Light
11. Bird Has Flown
12. All Your Life
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Tamino – Sahar

C’è qualcosa di diverso nel secondo album di Tamino e lo si capisce fin dalla foto in copertina: un ritratto in bianco e nero mentre ...

The Mars Volta – The Mars ...

Lo scioglimento all’inizio del 2013, l’effimera ma produttiva reunion con gli At The Drive-In tra il 2016 e il 2018 e, infine, il ...

The Beths – Expert In A Dying ...

Nonostante il loro sophomore “June Rope Gazers” fosse uscito solamente a luglio 2020, l’attesa per questo terzo LP dei Beths, ...

Marcus Mumford – ...

Generalmente quando il frontman di una band decide di intraprendere una carriera solista (mantenendo comunque quella originale) non è mai ...

Whitney – Spark

Mi sono approcciato al nuovo album dei Whitney (band di Chicago capitanata dai fondatori Max Kakacek e Julien Ehrlich) con ancora nelle ...

Recent Comments