STEVE MASON
About The Light

[ Double Six Records - 2019 ]
7.5
 
Genere: indie-rock
Tags:
 
30 gennaio 2019
 

Le premesse sono doverose. Steve Mason (conosciuto per essere stato il fulcro degli storici e indimenticabili Beta Band, scioltisi ormai nel lontano 2004) aveva detta di voler cercare un suono più “live” rispetto alle sue precedenti uscite, più energico e ricco di quel “soul” che spesso emergeva dal vivo ma non molto in studio. Se a produrre il disco chiami un certo Stephen Street (Smiths e Blur, tanto per dire, nel suo passato artistico) beh, allora ci pare proprio che la strada battuta sia chiara e definita: oltre al suono live anche le melodie e il lato accattivante ne sarà beneficiato. Ed è proprio così.

Da quel calderone magnifico e stralunato che era la sua precedente band il buon Steve asciuga tantissimo il lato sperimentale, ritrovandosi con quelle delizie pop che guardano comunque, a tratti, a una sua idea personale di folk o a un rock che potrebbe rimandare a dei Primal Scream nella fase “devozione Stones” ma in una veste meno esuberante e pimpante.

Il disco è brillante, verrebbe da dire quasi solare a tratti, con questi fiati che spesso fanno capolino ad impreziosire i brani, per non parlare di un ottimo uso delle voci e dei cori, insieme a una maturità e una consapevolezza che Steve sembra aver raggiunto. Non mancano i lati più tranquilli e morbidi, sempre però imbevuti di gentile soul, che non ci trasportano in un lato oscuro, ma anzi, quasi rilassato, notturno ma accogliente. Un gran bel disco che scorre via piacevolissimo.

Tracklist
1. America Is Your Boyfriend
2. Rocket
3. No Clue
4. About the Light
5. Fox on the Rooftop
6. Stars Around My Heart
7. Spanish Brigade
8. Don't Know Where
9. Walking Away from Love
10. The End
 
 

Ride – This Is Not A Safe ...

Ricordo nitidamente di aver letto (altrove, ça va sans dire) un paio d’anni fa una recensione, composita nel lessico quanto scevra ...

Mannequin Pussy – Patience

Certe band vogliono solo veder bruciare il mondo. I Mannequin Pussy, per il momento, si accontentano di osservare compiaciuti il bel ...

Russian Circles – Blood Year

Una chitarra, un basso, una batteria, zero parole. Ai Russian Circles bastano pochissimi elementi per dar forma a un suono sì compatto e ...

Ra Ra Riot – Superbloom

Quinto album per gli eclettici Ra Ra Riot, primo dopo il divorzio dalla storica etichetta Barsuk. Una separazione che non sembra aver ...

PAWS – Your Church On My ...

Il loro terzo album, “No Grace” (2016), era stato prodotto da Mark Hoppus dei Blink 182 e li aveva portati su territori punk-pop: dopo ...