XIU XIU
Girl With A Basket Of Fruit

[La Tempesta - 2019]
7
 
Genere: experimental-rock,art-rock
 
di
8 febbraio 2019
 

di Daniele Cardarelli

A due anni tondi tondi dai ritmi sincopati, qua pop e qua punk, del precedente “FORGET”, con “Girl With Basket Of Fruit” gli Xiu Xiu cambiano pelle per l’ennesima volta.

Angela Seo e Jamie Stewart si lasciano sedurre dai piaceri reconditi dell’esoterismo, da pratiche rituali haitiane e da figure demoniache varie. Cambio di rotta tastabile già visivamente con una copertina su cui è apposta un’effigie infernale su sfondo viola.

Tradotto in soldoni le composizioni virano sin da subito verso orchestrazioni di musica sacra e liturgica esaltate con loop di percussioni tribali Yoruba e sintetizzatori settati perennemente su rumori spettrali. Parrebbe che gli Xiu Xiu anziché accogliere in formazione l’ex Swans Thor Harris e Jordan Geiger, abbiano arruolato un’orchestra di bambole voodoo dirette da Bach, e poi via a jammare fino allo sfinimento con gli Einstürzende Neubauten (vedi alle voci “Amargi Ve Moo” e “Scisssssssors”).

Ok che a questo giro le inquietudini dei californiani si fanno meno accessibili del solito, d’altronde aperti all’opzione formato famiglia non è che lo siano mai stati, ma questi spartiti intrisi d’incenso trovano la loro consacrazione in alcuni passaggi che hanno del clamoroso. Un esempio su tutti? La conclusiva “Normal Love”, che parte come la più dolce delle ballad accompagnata da un canto sussurrato quasi celestiale, salvo poi svelare dopo pochi minuti un cuore straziante che deflagra in ferraglia viva. Resti lì tra l’estasiato e l’interdetto, ed è a questo che mira la loro musica, quindi ancora una volta missione compiuta!

Tracklist
1. Girl With Basket Of Fruit
2. It Comes Out As A Joke
3. Amargi Ve Moo
4. Ice Cream Truck
5. Pumpkin Attack On Mommy And Daddy
6. The Wrong Thing
7. Mary Turner, Mary Turner
8. Scisssssssors
9. Normal Love
 
 

Ride – This Is Not A Safe ...

Ricordo nitidamente di aver letto (altrove, ça va sans dire) un paio d’anni fa una recensione, composita nel lessico quanto scevra ...

Mannequin Pussy – Patience

Certe band vogliono solo veder bruciare il mondo. I Mannequin Pussy, per il momento, si accontentano di osservare compiaciuti il bel ...

Russian Circles – Blood Year

Una chitarra, un basso, una batteria, zero parole. Ai Russian Circles bastano pochissimi elementi per dar forma a un suono sì compatto e ...

Ra Ra Riot – Superbloom

Quinto album per gli eclettici Ra Ra Riot, primo dopo il divorzio dalla storica etichetta Barsuk. Una separazione che non sembra aver ...

PAWS – Your Church On My ...

Il loro terzo album, “No Grace” (2016), era stato prodotto da Mark Hoppus dei Blink 182 e li aveva portati su territori punk-pop: dopo ...