ALBUM: THE FIGURANTS
Vicarious Victims

 
di
15 febbraio 2019
 

Che bellezza, questi The Figurants.

C’è Matt McClure (già titolare effettivo del precedente progetto Red Kitchen) dietro questa nuova creatura con casa base a Seattle: non più dei ragazzini, certo, bensì autentici mestieranti con però quel tocco di bravura che li rende davvero interessanti e meritevoli di attenzione.

Iperproduttivi (da Febbraio 2018, questo è ben il quarto album) ma non a discapito della qualità, un ottimo cantautorato dal mantello lo-fi che non disdegna le giuste trame melodiche, un po’ Belle and Sebastien, un po’ Teenage Fanclub, per canzoni che sanno di fresca rugiada mattutina, fatte di quotidianità, sentimenti e pensieri personali ed autentici, bravi anche ad innescare marce più grintose (provare “Hilltop Hypnotics”) senza però mai alzare i toni o cercare diverse e forzate traiettorie stilistiche.

Questo è l’indie che ci piace: un plauso quindi a Matt McClure e ai The Figurants. E buona fortuna.

 

MI AMI Festival: ecco i primi nomi ...

Ecco i primi nomi che andranno a formare il cast del classico appuntamento con il MI AMI Festival, che quest’anno si terrà dal 24 al ...

“Young And Doomed” è il ...

A seguito del recente annuncio che vede Frank Iero parte del roster UNFD con la sua band Frank Iero and The Future Violents, ecco finalmente ...

Ascolta “Siamo A ...

Sono tornati i Testaintasca e “Siamo a pezzi” è il loro nuovo singolo, prodotto da Niccolò Contessa (I Cani, ma anche Coez, ...

A giugno data italiana per i Puddle ...

I Puddle of Mudd sono pronti a fare il loro ritorno in Italia. L’appuntamento è confermato per sabato 15 giugno al Rock Planet Club ...

Calexico e Iron & Wine ancora ...

A circa 14 anni di distanza da “In The Reins”, disco uscito nel 2005, Calexico e Iron & Wine pubblicano il nuovo lavoro ...