OGGI “THE RUNAWAY FOUND” DEI THE VEILS COMPIE 15 ANNI

 
16 Febbraio 2019
 

Il 16 febbraio 2004 usciva “The Runaway Found”, l’album d’esordio dei The Veils. Anticipato dai singoli “Lavinia” (24 novembre 2003) e “The Wild Son” (26 gennaio 2004), “The Runaway Found” costituisce la pietra miliare della discografia della band. Un album intenso, all’interno del quale desiderio, amore e rimpianto si fondono per dar vita ad un’atmosfera musicale unica.

La potenza di un disco che ha già quindici anni e che è riuscito a catturare l’immaginario del pubblico proiettandolo in una dimensione in cui tutto ciò che è cupo ha sempre un dettaglio luminoso in sé. “The Runaway Found” è il germe della bellezza mutevole e coivolgente che accompagna tutt’ora la storia musicale dei The Veils.

Una band all’epoca giovanissima, che ha avuto, fin da subito, l’incredibile abilità di creare un suono accattivante, capace di toccare le corde più intime dell’essere. Ad appena 17, 18 anni, Finn Andrews riuscì ad impressionare la scena musicale con la sua voce delicatamente ferita. Dichiarando apertamente che la musica o la si fa per scrutare il mistero dei sentimenti e di tutte le cose o non la si fa affatto, il frontman dei The Veils ci catturò spiegandoci che nella musica della band non c’è spazio per le vie di mezzo.

La voce di Finn Andrews ci culla per tutta la durata di “The Runaway Found”, senza appassire mai. Lancinante durante brani come “Lavinia” e “The Leavers Dance”, sfrontata e collerica con “More Heat Than Light” e solenne e contemplativa durante “The Valleys of New Orleans”: l’intonazione distintiva del cantante riesce a sondare i fondali più scuri e a far brillare, con improvvisa luce esplosiva, lo spazio vitale che ci circonda. La musica dei The Veils, in fondo, fa proprio questo: espone tutte le potenziali sfaccettature di un animo incrinato, ma ancora pieno di speranza.

Un album che mi ha strappato via un pezzetto di cuore e che ho letteralmente consumato, “The Runaway Found” è uno di quei dischi folgoranti che dovrebbero durare per sempre.

The Veils – The Runaway Found
Data di pubblicazione:
 16 Febbraio 2004
Tracce: 10
Lunghezza: 40:07
Etichetta: Rough Trade
Produttori: Matthew Ollivier, Bernard Butler, Ken Nelson

 Tracklist:

1. The Wild Son
2. Guiding Light
3. Lavinia
4. More Heat Than Light
5. The Tide That Left and Never Came Back
6. The Leavers Dance
7. Talk Down the Girl
8. The Valleys of New Orleans
9. Vicious Traditions
10. The Nowhere Man

 

 

Album, concerti e Festival ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Diamo un’occhiata alla ristampa ...

L’archivio di Paul McCartney non è vasto e profondo come quello di Neil Young ma si difende piuttosto bene, regalando ogni tanto ...

Oggi “It’s Great When ...

Ci sono dei dischi che hanno già vinto solo con il titolo. Questo esordio dei Black Grape è uno di quelli. Una band capitanata da Shaun ...

The Other Side: Fontaines D.C. – ...

Anche nelle migliori famiglie come IFB ci sono pareri discordanti su certi dischi. Di solito ci fidiamo e accettiamo il verdetto del nostro ...

Wishlist: i dieci dischi più ...

Ogni mese escono valanghe di dischi. Pure troppi a volte. Starci dietro non è facile, nemmeno per noi. Così sulla nostra personale agenda ...