GUIDED BY VOICES
Zeppelin Over China

[ GBV Inc. - 2019 ]
7
 
Genere: Alternative/Indie Rock
 
20 Febbraio 2019
 

Nuovo album per la band di Robert Pollard, da sempre leader dei Guided by Voices, band di cui abbiamo notizie sin dal lontano 1983. Dopo due album pubblicati nel 2017 ed i trentadue brani che facevano parte dell’album “Space Gun” pubblicato lo scorso marzo, il “maestro elementare di Dayton” è stato di parola non pubblicando nuovo materiale per tutto il 2018. Deve aver sofferto non poco se l’astinenza è durata neppure un anno. “Zeppelin Over China” dovrebbe essere il ventiseiesimo album del gruppo dell’Ohio (considerando gli album da solista Bob ha scritto più di 1600 canzoni e 100 LP) e, guarda caso, comprende ancora trentadue tracce.

Come ormai consuetudine i brani hanno una durata di due/tre minuti per un totale di 75 che, ad onor del vero, scorrono più che piacevolmente. Con la rivoluzione della line-up datata 2016, quando Pollard ha raggruppato un manipolo di musicisti che hanno saputo valorizzare ed incanalare la sua inesauribile vena artistica.
Doug Gillard e Bobby Bare alle chitarre, Mark Shue al basso e Kevin March alla batteria hanno giustamente rallentato la smania produttiva del prolifico artista di Dayton riuscendo nella non facile impresa di donare personalità ad ogni singolo momento dell’album. Troviamo anche arrangiamenti deliziosi con archi e fiati, merito di Doug Gillard che ha potuto contare sull’ottima produzione di Travis Harrison (il registratore a quattro piste tanto caro al giovane Pollard degli esordi non avrebbe dato gli stessi risultati).

La voce di Bob non è sempre impeccabile e 32 brani possono sembrare troppi, ma anche con queste piccole debolezze l’album riesce a mettere in luce qualcosa in più della solita carrellata di canzoni che, se da una parte esalta il talento di Pollard, dall’altra finisce con la semplice archiviazione dell’ennesimo generoso album destinato solo ad arricchire il paragrafo “discografia” del loro profilo su Wikipedia…

Tracklist
1. Good Morning Sir
2. Step of the Wave
3. Carapace
4. Send In the Suicide Squad
5. Blurring the Contacts
6. Your Lights Are Out
7. Windshield Wiper Rex
8. Holy Rhythm
9. Jack Tell
10. Bellicose Starling
11. Wrong Turn On
12. Charmless Peters
13. The Rally Boys
14. Think. Be a Man.
15. Jam Warsong
16. You Own the Night
17. Everything’s Thrilling
18. Nice About You
19. Einstein’s Angel
20. The Hearing Department
21. Questions of the Test
22. No Point
23. Lurk of the Worm
24. Zeppelin Over China
25. Where Have You Been All My Life
26. Cold Cold Hands
27. Transpiring Anathema
28. We Can Make Music
29. Cobbler Ditches
30. Enough Is Never at the End
31. My Future in Barcelona
32. Vertiginous Rafts
 
 

Colombre – Corallo

Quando voglio bene ad un disco, ad un artista, aspetto e temporeggio sempre prima di parlarne in un modo che possa sembrare sensato, in ...

Sorry – 925

Eccolo, il primo album dei Sorry. E curiosità ed attesa sono state ripagate. Il duo inglese con questo esordio “925” piazza ...

Matinee – Event Horizon

Grossi nomi in ballo per il nuovo album dei Matinée, band abruzzese da tempo emigrata a Londra. Chris Geddes dei Belle & Sebastian ha ...

Daniel Avery + Alessandro Cortini ...

Strane coincidenze: Daniel Avery e Alessandro Cortini pubblicano “Illusion Of Time”, album collaborativo in cantiere da anni, poche ore ...

Rustin Man – Clockdust

Paul Webb era il Talk Talk sfuggente, bassista contento anche solo di dare una mano (parole sue) al geniale Mark Hollis e a Tim ...