OGGI “THE HOT ROCK” DELLE SLEATER-KINNEY COMPIE 20 ANNI

 
23 Febbraio 2019
 

Due chitarre, una batteria che le incalza da vicino. E una voce che canta con urgenza: “If you want me, it’s changing / If you want, everything’s changing”. Sono i primi secondi di “Start Together” il brano a cui spetta l’onore di aprire “The Hot Rock”, quarto album delle Sleater – Kinney. Il più rischioso mai uscito dalle corde di Corin Tucker, Carrie Brownstein e Janet Weiss che a fine millennio erano le paladine del rock al femminile, energiche riot grrrls che non avevano paura di nulla. Erano anche allergiche alle etichette e pronte a cambiare stile per non restare sempre uguali a se stesse, dopo il successo di “Dig Me Out”.

Affiancate dal produttore Roger Moutenot, che avevano contattato dopo aver apprezzato il suo lavoro in “I Can Hear The Heart Beating As One” degli Yo La Tengo, si sono trasformate senza snaturarsi. Incanalando la furiosa rabbia in melodie e sentimenti più complessi. Per la prima volta le voci di Corin Tucker e Carrie Brownstein entravano in competizione, raccontando due storie diverse all’interno della stessa canzone o più spesso due versioni della stessa storia in un gioco di sguardi musicali sferzanti e taglienti mitigati da armonie pensierose, vulnerabili, sul punto di spezzarsi.

“The Hot Rock” è stato il primo disco delle Sleater – Kinney ad entrare nella Top 200 di Billboard, risultato non certo scontato. Corin Tucker, Carrie Brownstein e Janet Weiss sono state le prime ad esserne sorprese. “Registrare “The Hot Rock” è stata un’esperienza snervante. Ci ha sfinite” ha raccontato la Brownstein nel suo libro di memorie rock “Hunger Makes Me A Modern Girl” ricordando le tre settimane e mezzo passate agli Avast! Studios di Seattle cercando di adattarsi ai metodi di Moutenot, che cercava la perfezione del suono a tutti i costi e spingeva le Sleater – Kinney a provare più volte ogni brano. Un disco pieno di stranezze e sorprese, ma sempre maledettamente vivo e onesto anche oggi che compie vent’anni.

Data di pubblicazione: 23 febbraio 1999
Registrato Avast! Studios, Seattle (Washington) luglio 1998
Tracce: 13
Lunghezza: 41:40
Etichetta: Kill Rock Stars
Produttori: Roger Moutenot

Tracklist
1. Start Together
2. Hot Rock
3. The End of You
4. Burn, Don’t Freeze
5. God Is a Number
6. Banned from the End of the World
7. Don’t Talk Like
8. Get Up
9. One Song for You
10. The Size of Our Love
11. Living in Exile
12. Memorize Your Lines
13. A Quarter to Three

 

Oggi “Prince” di Prince compie ...

Nel 1979 Prince ha ventun anni, ma per qualche strano motivo va in giro dicendo di averne diciannove. È reduce da un avvio di carriera poco ...

Oggi “One Step Beyond ” dei ...

Verso la fine degli anni 70, e nel caotico panorama New Wave, ad un certo punto si affacciò qualcosa di totalmente inaspettato, erano band ...

Oggi “Trama Tenue” di ...

Ci sono album che compiono gli anni senza grandi celebrazioni, ma questo non vuol dire che non siano importanti o che non vadano ricordati ...

Oggi “Trailer” degli ...

Biglietto da visita che i giovanissimi Ash piazzavano sul mercato discografico. “Trailer” mette insieme i loro brani degli ...

Oggi “Stop Making ...

Dicembre 1983. Al The Pantages Theatre di Hollywood si svolgeva uno dei più grandi live della storia della musica: i Talking Heads erano in ...