BETHANY CURVE
Murder!

[ Kitchen Whore Records - 2019 ]
7.5
 
Genere: Shoegaze
 
27 Febbraio 2019
 

Dopo parecchi anni di silenzio (parliamo del 2004) , magicamente verso la fine del 2018 un singolo inaspettato dal nome “Dreamland” annuncia il ritorno dei Bethany Curve.
La band di Santa Cruz, California, partita nell’ormai lontano 1995 con l’album “Mee-Eaux” si fa strada fino al 2004 con cinque album grazie a sonorità sognanti che inevitabilmente riportano si allo Shoegaze, ma che in realtà mischiano al contempo una bella dose di Post e Space Rock .
Ora nel 2019 , la cosa che ha fatto scattare in piedi all’istante molti seguaci della band è la partecipazione nel disco dei quattro membri originari, e cioè Richard Millang, David Mac Wha, Nathan Guevara e Lisa Dewey .
Ma quindi dopo anni di silenzio, di cosa stiamo parlando? Beh, basta veramente poco per capire le intenzioni dei quattro americani, che nel loro sito scrivono chiaramente il loro motto : “atmosphere, arrangiament, sound, layering, noise”.

“Murder!” è proprio questo. Un disco carico di atmosfere dense, ricche di suoni dronici e riverberosi intrecciati tra loro. La voce malinconica, cristallina e cantilenante, mentre i suoni si infittiscono, di pezzo in pezzo. Una serie di risonanze costruite su una base solida, mentre gli arrangiamenti tutto sommato risultano essenziali, ma altamente magnetici.
Un disco piacevole, che ci sa catturare proprio dalla prima all’ultima traccia bombardandoci costantemente il cuore.
Lasciamoci trasportare ancora una volta, chiudiamo gli occhi verso qualcosa di onirico e assurdamente piacevole, perché alla fine quello che conta veramente nella musica è l’emozione che ci essa ci trasmette.

Tracklist
1. I'm Alive
2. Dreamland
3. Frontier
4. Wake Up!
5. Lust
6. Miss Displacement
7. Glory
8. She Died
9. Cruiser
10. The Solution
 
 

Lonely Guest – Lonely Guest

Una pruriginosa irrequietezza si insinua alle prese con questo “Lonely Guest” nel sapere che dietro questo pseudonimo si ...

W.H. Lung – Vanities

Secondo album per la band di Manchester dopo il meritato successo dell’esordio “Incidental Music” pubblicato nella ...

Marissa Nadler – The Paths of ...

Dicono che Marissa abbia avuto l’ispirazione per le canzoni di questo suo nono album in parte dalle visioni in lockdown della serie ...

Penelope Isles – Which Way To ...

E’ ovviamente un grande piacere poter ascoltare il sophomore dei Penelope Isles, che già ci avevano ben impressionato con il loro ...

Jerry Cantrell – Brighten

Torna come solista dopo diciannove anni il grande chitarrista e fondatore degli Alice in Chains, Jerry Cantrell, anche se questa volta lo fa ...