THE COATHANGERS
The Devil You Know

[Suicide Squeeze - 2019]
7.5
 
Genere: garage-punk
 
29 Marzo 2019
 

Ritorno col botto per il trio garage-punk di Atlanta. Julia, Meredith e Stephanie riaffilano gli strumenti e rispondono presente per l’ennesima volta. Si sbattono l’anima per far ciò che gli riesce meglio: mietere riff ballerecci su basi esilaranti dove canto adolescenziale e controcanto con vocione randagio giocano a rincorrersi, sovrapporsi e darsi il cambio. Motto collaudato che resiste alle mode e agli umori.

Tuttavia se “Bimbo”, “5 Farms” e “F the NRA” finiscono per essere gli acclamatissimi marchi di fabbrica di “The Devil You Know”, è giusto dire che questo è l’album in cui finalmente le Coathangers si scrollano da dosso il fastidioso stereotipo dell’essere una versione glitterata dei Ramones.

Il primo indizio in tal senso è rinchiuso in “Last Call”, dove gli accordi minori intrisi di maledetta nostalgia vengono poi squarciati da un tripudio di joie de vivre su cui è impossibile non lanciarsi in poghi selvaggi. Ma il vero piatto forte viene servito alla fine, quando un insolito incedere simil spaghetti-western accompagna “Lithium” verso un’esplosione dream-pop coi fiocchi e con tanto di organo a chiudere. Continuate così ragazze!

Tracklist
1. Bimbo
2. 5 Farms
3. Crimson Telephone
4. Hey Buddy
5. Step Back
6. Stranger Danger
7. F the NRA
8. Memories
9. Last Call
10. Stasher
11. Lithium
 
 

Ryley Walker & Kikagaku Moyo ...

Tre anni fa Ryley Walker ha tenuto a battesimo la sua piccola etichetta Husky Pants dedicata a pubblicare collaborazioni, split record, ...

Psychedelic Porn Crumpets – ...

E’ già da tempo che noi di Indie for Bunnies abbiamo messo gli occhi addosso a questa band australiana che ora arriva al quarto ...

Wild Pink – A Billion Little ...

Come forse ricorderete, la Tiny Engines non aveva pagato le royalties a numerosi dei suoi artisti, che le hanno poi fatto causa e ...

The Hold Steady – Open Door ...

E’ passato appena un anno e mezzo dall’uscita di “Trashing Thru The Passion”, ma nel frattempo tante cose hanno cambiato il ...

Paul Leary – Born Stupid

Per non lasciarci travolgere dalla tristezza in questi tempi maledetti abbiamo bisogno di musica folle, assurda e soprattutto divertente. E ...