DEUS: LA TOP 10 BRANI

 
Tags: , ,
4 Aprile 2019
 

“The Ideal Crash” compie 20 anni e non poteva mancare una Top 10 dedicata ai dEUS, che lo ricordiamo, suoneranno tutto il loro terzo disco il 28 aprile al Magnolia (Segrate, Milano) e in una nuova data a Roma (Villa Ada il prossimo 9 luglio).

La band belga ha cambiato spesso stile (e formazione) dagli anni novanta ad oggi unendo rumore e melodia in “Worst Case Scenario”, “The Ideal Crash” e “In A Bar, Under The Sea” per poi esplorare strade diverse in un nuovo millennio che ha regalato a Tom Barman e soci il successo di “Vantage Point”.

10 – SUN RA

2005, da “Pocket Revolution”

Rivoluzione tascabile ma sempre rivoluzione per i dEUS che sei anni dopo “The Ideal Crash” tornano con un nuovo sound più pop e molta voglia di divertirsi senza dimenticare l’anima rock, che c’era anche se nascosta tra le pieghe dell’album come dimostra “Sun Ra”

9 – SIRENS

2012, da “Following Sea”

La semplicità a volte è l’arma migliore e i ragazzi di Anversa lo dimostrano in uno dei brani del loro ultimo (per ora) album. “Sirens” una ballata che brucia lenta

8 – DARK SETS IN

2011, da “Keep You Close”

Chitarre, batteria, atmosfera elettrica e perversa, distorta e trascinante per un brano impreziosito dalla voce di Greg Dulli

7 – RIGHT AS RAIN

1994, da “Worst Case Scenario”

“Worst Case Scenario”. Intensa versione live.
7 marzo 1995 “Segnali di Fumo” – Videomusic (per i più nostalgici)

6 – THE IDEAL CRASH

1999, da “The Ideal Crash”

Confusione, energia, strani personaggi sul palco e un backstage piuttosto affollato. I dEUS live.

5 – THE ARCHITECT

2008, da “Vantage Point”

“The Architect” ad oggi resta il brano più famoso dei dEUS del nuovo millennio, quello che li ha fatti conoscere a una nuova generazione di fan.

Tratto da un disco in cui comparivano anche “Slow” (cantata insieme a Karin Dreijer Andersson dei The Knife) e “The Vanishing Of Maria Schneider” splendido duetto tra Tom Barman e Guy Garvey degli Elbow.

4 – SUDS & SODA

1994, da “Worst Case Scenario”

I primi dEUS, rumorosamente melodici con il violino di Klaas Janzoons, le voci di Tom Barman e Stef Kamil Carlens che creano uno dei ritornelli più cool degli anni novanta

3 – LITTLE ARITHMETICS

1996, da “In A Bar, Under The Sea”

L’equilibrio perfetto tra le loro tante anime i dEUS l’hanno probabilmente raggiunto con “In A Bar, Under The Sea” e “Little Arithmetics” lo dimostra.

2 – MAGDALENA

1999, da “The Ideal Crash”

L’altra faccia di “The Ideal Crash”. “Magdalena” in una versione live poco conosciuta ma meritevole di attenzione per il bel crescendo finale

1 – (FOR THE) ROSES

1996, da ” In A Bar, Under The Sea”

Uno dei brani più grintosi tra i tanti composti dai dEUS. Ipnotico e graffiante, con quell’intro minimale e una seconda metà rumorosa e distorta

BONUS TRACK – ZEA

1993, da “Zea EP”

I dEUS prima del contratto con la Island Records, prima di “Worst Case Scenario”. Stef Kamil Carlens alla voce.

 

I Cigarettes After Sex a Roma in ...

I Cigarettes After Sex ritornano in Italia anche la prossima estate dopo il recente sold-out all’Alcatraz di Milano. La band dream-pop ...

Tamino – Live @ Santeria ...

Quando l’ho ascoltato per la prima volta, quasi un anno fa, è stato subito amore. Poi ho cominciato a maledirmi per averlo scoperto ...

Colapesce e Dimartino: parte il ...

Colapesce e Dimartino annunciano il primo tour insieme. I due cantautori divideranno il palco il prossimo in una serie di date nei teatri ...

Ascolta “Polly”, nuovo ...

Guarda il video di “Polly”, secondo estratto dal nuovo album di Moses Sumney: “Polly”, che segue di alcune settimane ...

Ascolta “Burning Bridges” ...

Pochi mesi fa i Chromatics hanno pubblicato, a sorpresa, il loro atteso nuovo album. “Closer To Grey” (leggi la recensione) si ...