COSMETIC
Plastergaze

[ To Lose La Track - 2019 ]
8.5
 
Genere: dream pop - shoegaze
 
15 aprile 2019
 

“Plastergaze”! Sembra quasi una nuova parola per dire “che figata!”, invece è il nuovo album dei Cosmetic uscito per  To Lose La Track: canzoni che  ti  segano le gambe per usare un modo di dire. Con la loro raffinatezza, la loro intensità e la loro capacità di giocare con sensazioni contrastanti, sanno anche piazzare dei testi che fanno pensare, intesi e molto accattivanti. Ascoltando la loro melodia,  ti trasportano nel loro mondo shoegaze e dream pop restando per  50 minuti rapiti come in un altro universo.

I Cosmetic hanno iniziato la loro carriera nei primi anni 2000 e da allora non hanno cambiato componenti del gruppo, hanno registrato demo, album e da li non hanno più smesso, con suoni stranianti, sperimentali, psichedelici, caratterizzati da liriche in italiano che lasciano il segno, come già dicevo prima. Questo è il marchio di fabbrica che li contraddistingue. E a noi piace tantissimo.

In questo album si passa da brani più dolci e caldi come “Inetti n.1” o “Sopravvivere”a brani più ruvidi  e crudi come “Crociera” con dei supercatchy riff, oppure “Sostanze” o “Scranio” un climax elettrico incoraggiato dalle battute sempre più travolgenti della batteria! Contrasti (usavo anche prima questo termine, perchè lo trovo fondamentale) che rendono “Plastergaze” un racconto inedito e pieno di sorprese fino all’ultimo secondo.

Io vi do un consiglio: ascoltatene sempre di più! Ascoltatene! Non ve ne pentirete.

Tracklist
1. Inetti n. 1
2. Plastergaze
3. In faccia al mondo
4. Crociera
5. Scranio
6. Sopravvivere
7. Un litigio
8. Orizzonte
9. Sostanze
10. Una razza minore
11. Ande
 
 

Pelican – Nighttime Stories

Sei anni dopo “Forever Becoming” e a quattro dall’ EP “Cliff” tornano i Pelican, alfieri di quella branca strumentale del post ...

Kate Tempest – The Book Of ...

“I came to under a red moon / Thirsty for water / My eyes were like shovels in the soil of the sky”. Comincia così “The Book Of Traps ...

Amyl and the Sniffers – ...

Primo album per Amyl and the Sniffers, band australiana che in soli tre anni e un paio di E.P., è riuscita a crearsi un nutrito seguito di ...

Hatchie – Keepsake

La principessa Hatchie, che qui su IFB gode di venerazione e statue personalizzate in redazione per celebrare il doveroso tributo, non ...

Combichrist – One Fire

Sulla copertina di “One Fire”, il nono album dei Combichrist, c’è il disegno di un mostro spaventoso. È una specie di Godzilla con ...