OGGI “HIS ‘N’ HERS” DEI PULP COMPIE 25 ANNI

 
Tags: ,
di
18 aprile 2019
 

1994, Inghilterra.

Il vulcano britpop è in pieno fermento. E l’interesse degli addetti ai lavori alto, altissimo, specie e soprattutto nella ricerca di nomi da affiancare ai vari Suede, Oasis e Blur, già lanciati o in rampa di lancio.

Così, dopo anni di sottobosco, emerge prepotente anche la figura dei Pulp e del suo istrionico, dandy, elegante leader Jarvis Cocker: alcuni lavori passati quasi inosservati, ed ecco Ed Buller (già Deus ex machina dei Suede) e “His ‘n’ Hers”.

Anticipato dai singoli “Babies” (Baustelle di “Veronica”, niente da dichiarare?),”Lipgloss” e “Do You Remember the First Time?”, il fil rouge dell’album è subito chiaro: la poesia e la narrativa di Cocker, tra ricerca estetica e melodramma dal gusto vintage, gravitano attorno ad un fondamentale figura, quella della donna. Ma non attraverso dediche, cantici, celebrazioni: Cocker la osserva da lontano o di nascosto, fantastica più o meno maliziosamente su di lei da vicino, con un approccio e pulsioni adolescenziali, voyeuristiche, a tratti ossessionate.

Il tutto in un reticolato di tastiere, synth, chitarre, melodie, archi e armonie che rimandano a Roxy Music, al Bowie glam, strizzando l’occhio ai chansonnier francesi à la Gainsbourg, per un lavoro marcato da una stampa da timbro rosso, decisa, che riporta decisa la dicitura POP.

“His ‘n’ Hers” arriverà in top 10 nella UK Chart e sarà candidato ad un Mercury Awards, e soprattutto sarà l’apripista al capolavoro assoluto che è “Different Class”, in uscita l’anno seguente, e al successivo “This is Hardcore”.

Ma per alcuni, tipo il sottoscritto, niente gli ha da invidiare in termini di qualità e valore simbolico.

 

Pulp – His ‘n’ Ners
Data di pubblicazione: 18 Aprile 1994
Tracce: 11
Lunghezza: 50:38
Etichetta: Island
Produttore: Ed Buller

Tracklist:
1. Joyriders
2. Lipgloss
3. Acrylic Afternoons
4. Have You Seen Her Lately?
5. Babies
6. She’s a Lady
7. Happy Endings
8. Do You Remember the First Time?
9. Pink Glove
10. Someone Like the Moon
11. David’s Last Summer

 

Oggi “Roman Candle” di ...

La musica di Elliott Smith è essenziale, nel senso che il cantautore americano riuscì ad esprimere sé stesso, il suo mondo, le sue ...

Space Oddity: il Kleos, la fama, la ...

Oggi la questione non è tanto quella di poter esprimere ciò che si è davvero, quanto, invece, quella di raggiungere i propri obiettivi di ...

Oggi “Happy Sad” di Tim ...

“Happy Sad” è un ossimoro, un contrasto che ben descrive l’anima di un artista complesso come Tim Buckley. L’anima o meglio le ...

Oggi “This is What You ...

Johnny Rotten era insoddisfatto dei Sex Pistols e stanco delle richieste di Malcolm Mc Laren, il “borghese anarchico” del punk. ...

Oggi “The B-52’s” dei The ...

I B-52’s, oggi e da adesso in poi, nell’articolo, senza l’apostrofo, sono una delle band che ho più amato nel periodo ...