JADE BIRD
Jade Bird

[Glassonote - 2019]
7
 
Genere: indie-folk,country-folk,folk-pop
 
8 Maggio 2019
 

Non ancora ventiduenne, la Bird è già sulle scene da alcuni anni, ha ottenuto la nomination nella prestigiosa lista della BBC “Sound Of” dello scorso anno, ha acquisito esperienza in giro per il mondo (ha già suonato sia in Europa che negli Stati Uniti) e, dopo un EP uscito nell’estate del 2017, pochi giorni fa ha realizzato questo suo omonimo debutto sulla lunga distanza – prodotto da Simone Felice e David Baron – sotto la prestigiosa protezione della Glassnote Records.

Supportata da una voce molto bella ed espressiva, la giovane ragazza inglese mette in luce le sue qualità nel songwriting durante questi trentacinque minuti, esprimendo più di una volta emozioni notevoli nelle sue canzoni.

Sono proprio i brani più tranquilli quelli che più ci hanno colpito in questo suo omonimo debutto: puo’ essere la malinconica “Does Anybody Know” con la sua strumentazione minimale e la sua atmosfera sobria, o la ballata “17”, che con il piano e il violino crea un’immagine drammatica, o la conclusiva “If I Die”, sicuramente triste, ma piena di passione, ma ogni volta Jade riesce nel suo intento di trasmettere i suoi sentimenti.

Ci sono poi pezzi molto più energici (in questo caso parliamo soprattutto di “I Get No Joy” e “Uh Huh”), dove la Bird lascia uscire tutta la sua grinta e il suo spirito combattivo, quasi fosse una Frank Turner al femminile.

Un esordio intenso, passionale e qualitativamente più che discreto, che sa immergersi anche all’interno di uno scenario più pop (sebbene le sue origini provengano dal country e dal folk) e che sembra poter dare notevole visibilità alla giovane musicista inglese: l’età è dalla sua parte e il talento e la personalità non le mancano, spetterà a lei usare le sue doti nella migliore maniera possibile per crearsi un futuro di valore.

Credit Foto: Ellius Grace

Tracklist
1. Ruins
2. Lottery
3. I Get No Joy
4. Side Effects
5. My Motto
6. Does Anybody Know
7. Uh Huh
8. Good At It
9. 17
10. Love Has All Been Done Before
11. Going Gone
12. If I Die
 
 

Colombre – Corallo

Quando voglio bene ad un disco, ad un artista, aspetto e temporeggio sempre prima di parlarne in un modo che possa sembrare sensato, in ...

Sorry – 925

Eccolo, il primo album dei Sorry. E curiosità ed attesa sono state ripagate. Il duo inglese con questo esordio “925” piazza ...

Matinee – Event Horizon

Grossi nomi in ballo per il nuovo album dei Matinée, band abruzzese da tempo emigrata a Londra. Chris Geddes dei Belle & Sebastian ha ...

Daniel Avery + Alessandro Cortini ...

Strane coincidenze: Daniel Avery e Alessandro Cortini pubblicano “Illusion Of Time”, album collaborativo in cantiere da anni, poche ore ...

Rustin Man – Clockdust

Paul Webb era il Talk Talk sfuggente, bassista contento anche solo di dare una mano (parole sue) al geniale Mark Hollis e a Tim ...