TRACK: INHALER
My Honest Face

 
22 Maggio 2019
 

Sarebbe troppo facile dire che gli Inhlaer sono dei predestinati solo perchè un membro della band è il figlio del buon Bono degli U2. La formazione di Dublino, composta da Josh Jenkinson-Tansia, Robert Keating, Elijah Hewson e Ryan McMahon, infatti si sta facendo largo nell’affollata scena indie della città grazie a degli ottimi brani e non tanto grazie al lascia passare del cognome famoso, che comunque, siamo sicuri, aiuta.
Ci erano piaciute le prime canzoni, dalla semplice “I Want You” alla spigliatezza melodica di “I Won’t Always Be Like This” (che aveva una b-side decisamente riuscita come “Oklahoma”, ballatona scarna e toccante, quasi alla Ryan Adams) ma ora il centro è perfettamente colpito con la nuovissima “My Honest Face”.

La band si professa devota a Joy Division e Stone Roses, anche se nel nuovo brano emergono influenze chiare di Echo And The Bunnymen e primissimi U2 (potrebbe essere un po’ la loro “Out Of Control”, tanto per dire). Anche in questo caso ottima la b-side, composta dalla lunga “There’s No Other Place”, che mostra un lato più popedelico e dilatato.

 

Viagra Boys: ascolta 7 nuovi brani ...

Esce oggi la versione deluxe di “Welfare Jazz” (classificatosi alla 22^ posizione nella nostra top50 album del 2021) ultimo ...

“Volevo scrivere canzoni dal ...

La sera del 22 gennaio abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata con Glenn Donaldson (da lui, a San Francisco, era ancora ...

VIDEO: Sally Shapiro – Down ...

I Sally Shapiro stanno per tornare con il loro quarto album, dopo un silenzio durato nove anni – il loro ultimo full-length, ...

ALBUM: Japanese Heart Software – ...

Dietro al nome Japanese Heart Software si nasconde l’australiana Nat Chippy, che finalmente arriva al disco dopo una gustosa serie di ...

Oggi “Perfect From Now ...

I Built to Spill, capitanati dal poliedrico Doug Martsch, sono uno dei gruppi più importanti degli anni ’90, ideale anello di ...