VIOLENT FEMMES: LA TOP 10 BRANI

 
11 giugno 2019
 

Nuovo album a fine luglio per i Violent Femmes. Mentre aspettiamo l’arrivo di “Hotel Last Resort” ripercorriamo la carriera del trio con una Top 10 compilata partendo dai giorni nostri per arrivare agli esordi. Saliamo sulla macchina del tempo virtuale quindi e cerchiamo di scoprire come la band di Gordon Gano e Brian Ritchie è cambiata nel corso degli anni.

10 – HOTEL LAST RESORT

2019, da “Hotel Last Resort”

I don’t change the chords anymore the chords change by themselves” canta Gordon Gano, ironico come sempre. Sarà vero? Vedremo … per ora godiamoci la presenza a sorpresa di Tom Verlaine dei Television alla chitarra

9 – TRAVELING SOLVES EVERYTHING

2016, da “We Can Do Anything “

I Violent Femmes del 2016 possono fare tutto, anche citare se stessi.

8 – SLEEPWALKIN’

2000, da “Freak Magnet”

Inizio millennio in bilico tra pop punk e country ma sempre pronti a divertire con pilloline avvelenate come questa …

7 – SHE WENT TO GERMANY

1995, da “Rock !!!!!”

Anni novanta, cinque punti esclamativi e un brano tutto da saltellare

6 – WHEN EVERYBODY’S HAPPY

1994, da “New Times”

Primo disco senza lo storico batterista Victor DeLorenzo sostituito da Guy Hoffman e i Violent Femmes provano a spiegarci che succede quando tutti sono felici … con una ballata.

5 – OUT THE WINDOW

1991, da “Why Do Birds Sing?”

Le mille anime di una canzone: country, pop, rock, melodia tutto suonato però alla loro irriverente maniera

4 – MOTHER OF A GIRL

1989, da “3”

Il quarto album dei Violent Femmes e uno dei loro brani più controversi. Scherzavano, non scherzavano? Chissà … sarcastici, impertinenti, con un cattivissimo groove

3 – NO KILLING

1986, da “The Blind Leading The Naked”

Terzo album, titolo da antologia, produzione affidata a Jerry Harrison dei Talking Heads.

2 – COUNTRY DEATH SONG

1984, da “Hallowed Ground”

Sorella maggiore di “No Killing”, un viaggio senza ritorno nell’anima più dark e oscura di Gordon Gano. Scritta dopo aver letto la storia sul giornale …

1 – GONE DADDY GONE

1983, da “Violent Femmes”

Il cerchio si chiude con uno dei brani più famosi dei Violent Femmes. “Gone Daddy Gone” e i suoi due assoli di xylofono

BONUS TRACK

BLISTER IN THE SUN

1983, da “Violent Femmes “

Insieme a “Gone Daddy Gone” e “Add It Up” ha creato le fondamenta di tanto rock moderno (e non solo) oltre a essere il motivo della litigata tra Gordon Gano e Brian Ritchie che ha portato al temporaneo scioglimento dei Violent Femmes nel 2009.

Credit Foto: Ebru Yildiz

 

Ascolta “Flashback”, il ...

Messa da parte la sua anima più rock, Nicola Perina torna a farsi sentire con “Flashback”, un brano dove è la semplicità a ...

EP: Heavy Rapids – Cash in ...

Del buono stato di salute del punk rock oltremanica ne stiamo già parlando da diversi mesi. Avevamo già avuto modo (qui) di conoscere gli ...

“Salted Caramel Ice ...

Il tanto atteso ritorno dei Metronomy sta per arrivare. Oggi la band condivide il nuovo singolo e video per “Salted Caramel Ice ...

Baroness – Gold & Grey

Ci sono dischi che segnano la fine di un ciclo. “Gold & Grey” è l’album con cui i Baroness scelgono di chiudere la serie di ...

Perry Farrell – Kind Heaven

Ammettiamolo: la carriera solista del buon Perry Farrell non è mai decollata veramente. Penalizzata dai molteplici impegni di un uomo che ...